bellezza: splendore del vero. mostra personale di sauro tessoni.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L'Associazione UCAI è lieta di presentare la mostra personale di

SAURO TESSONI

"BELLEZZA: SPLENDORE DEL VERO"

INAUGURAZIONE SABATO 4 OTTOBRE 2014 ALLE ORE 17.00

presso la Galleria S.Andrea

via G.Cavestro 6, Parma

Con la presentazione della Dott.ssa Manuela Bartolotti

Sauro Tessoni nasce a Parma nel Maggio del 1949. Fin da giovanissimo scopre di avere una grande inclinazione per il disegno. Tra i suoi insegnanti c'è Claudio Spattini, che lascia in lui una traccia indelebile, e da cui riceverà, molti anni più tardi, apprezzamento ed incoraggiamento.
Fondamentalmente autodidatta, disegna e dipinge per conto proprio fino a quando, negli anni 80, frequenta il pittore Franco Aimi e per la prima volta affronta con lui la figura nuda dal vero e la difficile tecnica dell'acquerello. Da quel momento si può affermare che Tessoni dipinga con regolarità, incoraggiato anche da un altro pittore ed amico: Federico Belicchi.
Partecipa a "workshops" tenuti da acquarellisti americani: Frank Webb a Chioggia, e Charles Reid a Girona. Frequenta per cinque anni la scuola di nudo dal vero al "Toschi", condotta dal Prof. Fausto Beretti.

Il suo talento è stato sottolineato da vari critici locali come Marzio Dall'Acqua, Tiziano Marcheselli e Manuela Bartolotti.

La Dott.ssa Manuela Bartolotti scrive di lui che:

"Nei quadri di Tessoni tutto sembra sospeso, silenzioso, in attesa. E in questa attesa ogni cosa vibra nella luce, mentre i colori si compongono in orchestrazione perfetta. E' quest'ordine, quest'equilibrio a far credere all'incantesimo dell'immobilità, ma a ben vedere c'è sempre un assolo splendente, una deflagrazione solare, squillante. La pittura di Tessoni è il canto corale della vita in un'estate che sembra non finire mai: un inno alla gioia. Quello che sembra muto, porta in sè il soffio dell'esistenza: flebile, ma perenne. E' il sussurro che richiama il giorno, acquattato nelle cose e nella speranza del dopo. E quest'artista invita ad ascoltarlo, opera dopo opera, in un crescendo gioioso, in un tripudio di colori. Una sinfonia. La nona?"

La mostra rimarrà aperta ad ingresso gratuito fino al 16 ottobre con i seguenti orari:

da martedì a sabato 10-12 e 16-19

domenica 16-19

lunedì chiusura

Inoltre SABATO 11 OTTOBRE alle ore 18.00 il DEDALUS ENSEMBLE si esibirà all'interno della mostra con il concerto "MOZART E DINTORNI".

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento