Carcere, il Tribunale di Sorveglianza ha deciso: Bernardo Provenzano resta al 41 bis

Il Tribunale di Sorveglianza di Roma ha respinto il ricorso presentato dall'avvocato difensore di Bernardo Provenzano, rinchiuso nel carcere di via Burla a Parma in regime di carcere duro

Il Tribunale di Sorveglianza di Roma ha respinto il ricorso presentato dall'avvocato difensore di Bernardo Provenzano, rinchiuso nel carcere di via Burla a Parma. Secondo quanto deciso dai magistrati il boss mafioso dovrà restare in regime di 41 bis, nonostante le gravi condizioni di salute, denunciate dal suo avvocato. Provenzano ora si trova ricoverato presso l'Ospedale del carcere di via Burla a Parma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna: "Chi ha dubbi chiami il 118, non vada al Pronto Soccorso"

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus: si cercano le persone a contatto con l'uomo di Lesignano la sera del ballo a Codogno

Torna su
ParmaToday è in caricamento