menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia, Bernardo Provenzano resta ricoverato all'Ospedale Maggiore

E' una "degenza per monitoraggio clinico" come riferito dai medici al legale del boss che ieri è stato trasportato nel reparto detenuti dopo aver perso i sensi in seguito a una caduta

Resta ricoverato nel reparto detenuti dell'ospedale di Parma il boss Bernardo Provenzano trasferito al nosocomio dal carcere, l'altro ieri, dopo un malore. Al legale del capomafia, l'avvocato Rosalba Di Gregorio, che ha chiesto notizie sullo stato di salute di Provenzano, è stato inviato un fax dall'istituto di pena in cui si parla di "degenza per monitoraggio clinico". Il capomafia di Corleone aveva perso i sensi dopo una caduta, la quarta in poco tempo.


"Il paziente non si alimenta spontaneamente - ha scritto il medico del carcere - e rifiuta la terapia per bocca. Se ne dispone il ricovero con estrema urgenza anche per il rischio di lesioni permanenti". Un quadro grave che si aggiunge a quanto accertato dai periti nominati dalla corte d'assise d'appello di Palermo che avevano diagnosticato al boss un'encefalopatia vascolare, un deficit cognitivo, una recidiva del tumore alla prostata e il parkinsonismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento