Bernazzoli e i No Inceneritore. La rettifica dell'avvocato Allegri

L'avvocato Arrigo Allegri rettifica il comunicato della Provincia di Parma dopo l'episodio di martedì 7 maggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Nel comunicato della Provincia relativo all’accesso, nell’Ente, di un gruppo di giovani appartenenti alla “Assemblea permanente no inceneritori” sono contenute affermazioni non veritiere concernenti lo scrivente.

1) Non è vero che ho telefonato al Presidente della Provincia ed al Presidente del Consiglio preannunciando che avrebbe avuto luogo davanti alla sede dell’Ente una manifestazione con consegna di una lettera. E’ vero infatti che ho parlato con la segreteria (sig.ra Malcotti Lisa) per concordare la consegna di una lettera ai consiglieri ed avvisare della presenza, nello spazio riservato al pubblico nella sala del Consiglio provinciale, di rappresentanti dell’Assemblea. Tant’è che mi sono informato anche sullo spazio riservato al pubblico.

2) D’altro canto non avrebbe avuto senso alcuno preavvertire i due organi istituzionali di una manifestazione all’esterno; manifestazione
che – tra l’altro – non è stata effettuata.

3) Poco prima dell’orario fissato per la seduta del Consiglio sono infatti andato in piazzale della Pace ed ho visto e dialogato con gli appartenenti all’organizzazione, al momento presenti, che aspettavano l’ora di inizio della seduta; altri arrivavano alla spicciolata, sedendosi sulla panchina che circonda il monumento al Partigiano.

4) Avevo predisposto personalmente la bozza della lettera, mandandola con posta elettronica ai giovani dell’”Assemblea”. La hanno stampata
e consegnata in numero di copie adeguato. Sono salito dandole alla funzionaria provinciale per la collocazione sulle postazioni dei
componenti al Consiglio. Sceso ed uscito dalla sede della Provincia, mi sono poi incontrato con il Presidente Bernazzoli, salutandoLo con una stretta di mano.

5) A quel punto il Presidente Bernazzoli è entrato in Sede e, quando era a circa un metro dalla soglia, è stato gettato un sacchetto nero al
suolo. Si è girato e, con un calcio mirato, ha gettato fuori dall’ingresso  il sacchetto, dichiarando che l’edificio è un sede istituzionale e che non si fanno simili azioni. Non sono salito al primo piano, non partecipando al prosieguo degli eventi.

6) E’ vero quindi che ho “collaborato”, nei limiti suindicati, facendomi “portavoce” dell’Assemblea, nel telefonare e chiedere di poter consegnare la lettera; nella stesura della lettera; nella sua consegna. E la mia presenza nella Sede provinciale si è conclusa con un stretta di mano al Presidente e con la visione del sacchetto gettato nell’atrio al piantone e calciato fuori dal Presidente. 

Quanto alle manifestazioni di protesta dei giovani componenti l’Assemblea, le ho condivise, partecipandovi, con precisi limiti, pre- dichiarati ed accettati. Così è avvenuto anche al momento della manifestazione svoltasi il giorno della preannunciata accensione dell’impianto. Mio scopo (al di là della protesta contro il TVC) era accertarmi del rispetto di una clausola dell’A.I.A.: la presenza, nella casa colonica, di un monitor atto a permettere al pubblico la lettura dei dati dei “fumi”. Accesso accordatomi soltanto verso il mezzogiorno entrando nel cantiere accompagnato da un Ispettore della Digos; Digos che avevo informato, telefonicamente, il giorno prima.

Chiedo alla Provincia: la rettifica del comunicato in linea con la veridicità della mia versione; e nome di chi abbia stilato il testo definitivo.
Naturalmente depreco che il nome di Parma sia finito sulla stampa per la degenerazione di una manifestazione pacifica, paragonabile (per la
“consegna” dei sacchi) a quanto accade in uno spettacolo televisivo (credo “Striscia la notizia”). Ai componenti l’Assemblea ho già espresso, e confermo, la mia ammirazione per la capacità organizzativa e per la Loro giusta protesta, urché operino nei limiti della legalità. Chiedo la pubblicazione della mia nota di rettifica con risalto e spazio adeguati.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento