Biblioteca Civica, tra passaggi pericolosi e aree 'barricate' dai cancelli

La rampa per i disabili, rimossa perchè pericolosa, non è ancora stata ripristinata. In Vicolo Santa Maria l'area non è pedonalizzata, come previsto. Il Comitato Leggere tra le ruspe torna alla protesta e chiama in causa la giunta Pizzarotti

Biblioteca Civica, accesso per i disabili e problemi di viabilità in vicolo Santa Maria. E' un problema di cui ci siamo occupati in diverse occasioni. La rampa per disabili davanti alla Civica, dopo essere stata smontata perchè pericolosa, non è stata ancora ripristinata. La denuncia arriva da Leggere tra le ruspe, comitato protagonista delle proteste contro l'amministrazione Vignali che oggi ricomincia a farsi sentire, chiamando in causa la giunta Pizzarotti. Altri problemi rimangono per la mancata pedonalizzazione di vicolo Santa Maria e la presenza del nuovo prefabbricato in via Kennedy. 

"È passato molto tempo -sottolinea Leggere tra le ruspe, Comitato Utenti della Biblioteca Civica- dalla richiesta al direttore dell'Istituzione Biblioteche Giovanni Galli di porre rimedio alla condizione della passerella di accesso disabili, la quale, pericolosa e sozza, fu rimossa dopo un incontro col commissario Ciclosi del I° febbraio 2012. L'assessore ai Lavori Pubblici architetto Michele Alinovi, messo a conoscenza della situazione dall'Associazione Lotta Barriere Architettoniche, ha promesso di risolvere al più presto questo importante problema. Dopo anni di attesa, auspichiamo il ripristino in tempi celeri di una dignitosa passerella di accesso disabili.

I rischi per tutti i passanti in vicolo Santa Maria. "Da secoli, e fino a pochi mesi fa, vicolo S. Maria terminava con un passaggio pedonale. Ora vede un frequente passaggio di auto e furgoni, con evidente rischio per i passanti. Ricordiamo che nel settembre 2011 l'architetto Carlo Quintelli mostrò - nei rendering dedicati al palazzone sorto a pochi metri dall'Ospedale Vecchio - il "nuovo" vicolo S. Maria come area pedonalizzata. Nelle immagini, ancora disponibili in rete, si vedevano infatti mamme con bambini: negli stessi punti passano invece macchine e camioncini. Vicolo S. Maria deve tornare immediatamente pedonale, prima che si verifichino incidenti. I colonnotti presenti, rimovibili agevolmente, siano sostituiti da installazioni fisse. Sia posta fine al parcheggio selvaggio. Il cortile della biblioteca sia mantenuto tale, ponendo un chiaro divieto alla  sosta di ogni autoveicolo.

L'area del 'mostro' di via Kennedy. "Abbiamo già auspicato la riduzione a zero metri di altezza del contestatissimo edificio in prefabbricato sorto tra il Giardino e il Monumento Nazionale. Chiediamo che il nuovo sovrintendente ai Beni architettonici e paesaggistici delle province di Parma e Piacenza Carlo Borellini si pronunci in merito. Facciamo inoltre presente ai nostri concittadini che rischiano di perdere un altro spazio di loro proprietà. L'ex parcheggio di via Kennedy, contrariamente a quanto mostrato nelle immagini presentate da Carlo Quintelli il 19 settembre 2011 (e disponibili in rete) è ora barricato da cancelli alti due metri. Chiediamo che siano al più presto rimossi. La richiesta è rivolta, oltre che agli amministratori comunali, ai candidati alla carica di Rettore dell'Università di Parma. Concludendo, a proposito di cancelli: chiediamo che fine ha fatto quello storico che, in tempi più civili, chiudeva al traffico automobilistico vicolo S. Maria. Dove si trova, oggi?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggere tra le ruspe. "Siamo un gruppo di utenti della biblioteca Civica di Parma, costituitisi in comitato nel maggio 2010. Dopo aver denunciato pubblicamente la pessima situazione delle biblioteche comunali di Parma durante l'epoca dell'assessore Sommi e il pericolo di privatizzazione dell'Ospedale Vecchio, abbiamo partecipato alle manifestazioni che hanno preceduto la caduta dell'amministrazione  Vignali. In seguito, durante l'amministrazione Ciclosi, abbiamo fatto pressione - assieme al comitato "Ambulatorio" - affinché venisse ripristinata la manutenzione ordinaria dell'Ospedale Vecchio, con particolare riguardo all'area nord-ovest, che ospita la più grande biblioteca comunale. Dopo essere stati citati come esempio di "comitato propositivo" durante una seduta del Consiglio Comunale (gennaio 2013) in cui venivano tagliati ulteriormente i fondi del settore cultura, vorremmo verificare la situazione delle biblioteche all'epoca della nuova amministrazione a 5 stelle". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Lavoratori in nero, camerieri senza mascherina e scarsa igiene: pioggia di multe alla Fiera del Fungo di Borgotaro 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento