menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz al parco Falcone: i pusher scappano, un 27enne getta a terra l'hashish davanti ai poliziotti

Nel corso della mattinata, due pattuglie della Squadra Volante si sono recate all’interno del parco “Falcone e Borsellino”, area notoriamente frequentata da assuntori e spacciatori di sostanze stupefacenti. Le due unità hanno effettuato l’ingresso al parco simultaneamente, accedendo dalle due entrate di Via Provesi e Via Mantova e una volta giunti all’interno, hanno notato alcuni cittadini extracomunitari intenti ad avvicinarsi ad altre persone, presumibilmente i loro clienti. Alla vista delle pattuglie i 5 si sono dati alla fuga ed uno di loro, durante il tentativo di dileguarsi, è stato visto dagli agenti aprire un sacchetto che teneva in mano e gettarne a terra il contenuto. Grazie all’intervento congiunto delle due unità, il soggetto è stato fermato e successivamente identificato per U.T.C., nigeriano di 27 anni, richiedente asilo politico ma sprovvisto di titolo regolare per soggiornare in Italia. Sottoposto a perquisizione personale, stante la flagranza di reato, addosso al nigeriano sono stati rinvenuti, due telefoni cellulari, entrambi di tipo “dual-sim” per un totale di 4 utenze telefoniche attive e contante di diverso taglio. Contestualmente è stato recuperato anche l’involucro gettato a terra dal ventisettenne prima che venisse bloccato ed al suo interno, è stata rinvenuto un “panetto” di sostanza stupefacente di tipo hashish del peso di 21.3 grammi, avvolto all’interno di uno strato di pellicola trasparente, sigillato dentro un sacchetto di plastica. Gli oggetti rinvenuti ed il contante, elementi tipici dell’attività di spaccio, sono stati sottoposti a sequestro insieme alla sostanza stupefacente. Da verifiche successive si è accertato che il nigeriano era stato sottoposto a controlli di Polizia già per tre volte nel corso del mese di dicembre e che sullo stesso gravavano diversi precedenti per reati contro la persona e contro il patrimonio. Ultimati gli accertamenti, U.T.C. è stato tratto in arresto per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio ed indagato in stato di libertà per la sua posizione di straniero irregolare sul territorio nazionale.

1

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 84 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Parma potrebbe passare in zona gialla dal 26 aprile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento