Cronaca

Blitz contro la cannabis light, Luca Marola: "Dalla Procura modo di agire grottesco"

L'imprenditore parmigiano, titolare di Eesy Joint e del Canapaio Ducale si difende a passa al contrattacco: "Queste plateali cadute di stile che violano precise norme di legge quali l’articolo 114 cpp che impone il divieto di pubblicazione di atti relativi alle indagini preliminari"

Dopo la conferenza stampa del 24 luglio, nel corso della quale il Procuratore della Repubblica Anfonso d'Avino ha parlato di alcune perquizioni e sequestri nei confronti di negozi di cannabis light di Parma e provincia Luca Marola, imprenditore parmigiano titolare di Eesy Joint e del Canapaio Ducale si difende a passa al contrattacco. 

"EasyJoint -si legge in una nota- la società italiana che ha dato il via al commercio delle infiorescenze di canapa prive di principio attivo, la cosiddetta cannabis light, è ora sotto attacco da parte della Procura di Parma. Con un’azione degna delle più importanti serie tv del momento ed un dispiegamento di forze inaudito, la Procura di Parma, spregio delle sentenze dei tribunali italiani e della decisione della Corte di Cassazione sulla materia, imbastisce una indagine penale dal contenuto assai discutibile che suscita molte perplessità. Con estrema forza e determinazione contrasteremo in tutte le sedi opportune l’improbabile impianto accusatorio.

Sorprende ed impressiona che, in fase di indagine, a processo non ancora imbastito, la Procura indica una conferenza stampa comunicando i nomi delle aziende coinvolte. E’ una prassi che dimostra solo l’incertezza dell’impianto accusatorio e la necessità di trovare sponde fuori dal processo. A queste plateali cadute di stile che violano precise norme di legge quali l’articolo 114 cpp che impone il divieto di pubblicazione di atti relativi alle indagini preliminari non ci abbassiamo: sarà nel processo ed in tutte le fasi preparatorie che contesteremo punto per punto questo grottesco modo di agire e piegare gli indirizzi giurisprudenziali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz contro la cannabis light, Luca Marola: "Dalla Procura modo di agire grottesco"

ParmaToday è in caricamento