menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dei poliziotti contro gli assembramenti e lo spaccio: controlli dall'Oltretorrente al San Leonardo

I gestori dei locali che erano stati chiusi per non aver osservato le norme anti Covid-19 hanno regolarizzato la situazione

Hanno setacciato il territorio del comune di Parma per verificare il rispetto delle norme antiCovid-19 da parte dei locali della movida, per contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti e per controllare la regolarità di alcune residenze nei quartieri più caldi della città, dall'Oltretorrente al centro storico, fino alla stazione ferroviaria e al quartiere San Leonardo. I poliziotti delle Volanti della Questura di Parma hanno effettuato numerosi controlli nel fine settimana, coadiuvati da cinque pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia, dall'unità cinofila della Questura di Bologna, dalla Guardia di Finanza e dalla polizia Municipale. 

polizia-cane-antidroga-2

Nel corso dei controlli per verificare la regolarità di alcune residenza sono stati identificati trenta cittadini extracomunitari, tutti in regola con il permesso di soggiorno. I poliziotti hanno concentrato l'attenzione sui locali della movida parmigiana, che erano già stati raggiunti dai provvedimenti di chiusura per il mancato rispetto delle norme anti Covid-19: in tutti i casi i gestori hanno provveduto a regolarizzare la situazione. Nel corso dei controlli antidroga, effettuati grazie al fiuto del cane proveniente da Bologna, sono stati sequestrati 150 grammi di droga. Complessivamente sono state identificate 90 persone e sono stati fermati 50 veicoli, in entrata e in uscita da Parma. 


 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Attualità

Cane salvato da un metronotte al Campus

Attualità

"Giorni della Merla con pioggia, vento e neve"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento