menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nel 'covo' dei pusher in via Palermo, 37enne in manette: riforniva i 'cavallini' del San Leonardo

I carabinieri hanno colpito il cuore dello spaccio in quartiere: quando hanno fatto irruzione all'interno dell'appartamento al civico 44, lo spacciatore si è chiuso in cucina con la droga nascosta in una contenitore pieno di spezie. In casa più di 600 euro e 17 cellulari

I carabinieri di Parma hanno bloccato un grosso giro di spaccio di sostanze stupefacenti, cocaina ed eroina, nel quartiere San Leonardo, colpendo al cuore del traffico. L'arresto, che è stato effettuato ieri 29 maggio dai carabinieri della Stazione Oltretorrente, non riguarda qualche piccolo pusher, sorpreso in strada con piccole quantità di droga o fermato nell'atto di cedere una dose ad in cliente. Il 37enne fermato ed arrestato dagli uomini dell'Arma e che ora si trova in carcere in attesa del processo, è in alto nella scala gerarchica dello spaccio in quartiere: il pusher infatti comandava un esercito di 'cavallini', gli stessi che girano in bicicletta in via Venezia, in via Trento e in via San Leonardo.

IMG_4311-2

Gli spacciatori infatti si rifornivano da lui all'interno di un'abitazione di via Palermo, 44 che era diventata un vero e proprio 'covo' per i cavallini che, secondo quanto ricostruito dai militari, in quella casa prendevano la droga ed i cellulari usati per tenere i contatti con i clienti. I militari, dopo aver effettuato alcuni servizi di osservazione, hanno deciso di intervenire, cercando di fermare uno dei 'cavallini', subito dopo che era uscito dalla casa. Il pusher è riuscito a scappare ma i carabinieri hanno fatto irruzione nell'abitazione: all'interno il 37enne che si è rifugiato in cucina con in mano una confezione della Nestlè piena di spezie. Il suo intento era di utilizzare le spezie per cercare di confondere i cani antidroga. Dopo aver sfondato la porta i militari lo hanno bloccato ed arrestato: all'interno della confezione c'erano 4 grammi di cocaina e 11 grammi di eroina. In casa anche 17 cellulari, destinati ai pusher e più di 600 euro in contanti, probabile frutto dell'attività di spaccio. Tutto il materiale, compreso un bilancino di precisione, è stato sequestrato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento