menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpo al 'cuore' dello spaccio: cinque arresti

Pusher incastrati dalle telecamere tra viale dei Mille e via San Leonardo, clientela variegata: dai gruppetti di adolescenti ai pensionati, dalle famigliole con bambino ai professionisti in giacca e cravatta

I Carabinieri della Compagnia di Parma hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Parma: cinque persone arrestate, la sesta è stata raggiunta dal divieto di dimore nel Comune di Parma. Tutti sono ritenuti responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti, marijuana, hashish e cocaina. Le indagini sono iniziate nel novembre del 2015 con l'obiettivo di contrastare in maniera organica lo spaccio di stupefacenti, in particolare nelle aree del parcheggio tra viale dei Mille e viale Vittoria dove spacciavano maghrebini di etnia differente e nella zona di via San Leonardo e via Prampolini dove spacciavano pusher di nazionalità nigeriana. I Carabinieri hanno deciso di effettuare le indagini anche con l'ausilio di video riprese che hanno permesso di identificare gli autori dell'attività di spaccio. In viale Vittoria operavano gli arrestati D.N del '74, B.R. delll'84 e B.A del 74. In via San Leonardo i nigeriani E.M.S. del 92 e A.K. dell'89 erano soliti stazionare in strada, mostrando una straordinaria pazienza e sopportazione delle impervie climatiche: rimanevano lì con il caldo torrido e la pioggia torrenziale. I clienti arrivavano in auto e dopo la contrattazione acquistava cocaina e marijuana. In diverse occasioni i due sono stati visti maneggiare grandi quantitativi di denaro, anche pezzi da 500 euro. Quando le pattuglie arrivavano in zona i pusher si davano alla fuga. L'attività monitorata portava a guadagni di decine di migliaia di euro. La clientela era la più variegata: si va dai gruppetti di adolescenti ai pensionati, dalle famigliole con bambino ai professionisti in giacca e cravatta. Venti persone sono state segnalate alla Prefettura come consumatori. 

"Abbiamo eseguito sei provvedimenti cautelari per spaccio di sostanze stupefacenti -hanno detto i Carabinieri Emessi dal gip presso il tribunale di Parma. Sette di questi sono stati identificati e fermati, sono in tutto dieci. Alcune zone della città sono interessate alcune zone per spaccio di stupefacenti, il parcheggio di via dei mille e viale vittoria, in particolare, oltre a San Leonardo. Abbiamo deciso di fare un'attività investigativa più organica, attraverso delle telecamere. Nel parcheggio operavano i tunisini, mentre in San Leonardo ci sono i nigeriani. 

Vedette e controlli, appena avvistate le forze dell'ordine e avvisavano gli spacciatori. Invece i tunisini trascorrevano gran parte della giornata sulle panchine del parcheggio, deturpando anche l'ambiente. La caratteristica ero lo spaccio di piccole quantità di stupefacenti, spacciate più volte nella giornata. Hashis

A San Leonardo invece abbiamo registrato una pazienza assurda di queste persone. Spacciavano marijuana e cocaina, con il caldo e il freddo, la pioggia e tutte le condizioni climatiche. Sono state registrate 1200 cessioni, avevano una grande disponibilità di denaro. Gli acquirenti erano gente del posto. Anziani, gente matura e giovanissimi. Clientela variegata, molte donne. Venti sono stati già segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti. Abbiamo recuperato più di 100 dosi di hashis, qualche dose di cocaina e marijuana. Ieri siamo stati in pilotta con le unità cinofile, e poi a San Leonardo. L'attività è continua, la bottega è sempre aperta, diverse donne che si rifornivano presso un'attività che non ha sosta. Le sostanze stupefacenti sono divise in tabelle. Nella prima tabella c'è la cocaina ed è più grave. Nella terza c'è la marijuana. La pena dipende dai casi, ma qui non stiamo parlando di singole dosi, ma di un'attività continua. Addosso avevano poca roba, per non essere incastrati"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento