rotate-mobile
Cronaca

Bloccano la strada per derubarlo, poi l'estorsione: due arresti

In manette una 29enne e un 31enne, che si sono finti carabinieri. Ecco com'è finita

Si sono messi in mezzo alla strada in una via del centro di Parma poi, quando l'automobilista si è fermato per chiedere se avessero bisogno di aiuto, uno di loro ha aperto la portiera del lato passeggeri ed ha rubato il portafoglio, che conteneva mille euro, e lo smartphone. Un gruppetto di ragazzi, tra cui una coppia di giovani di 29 e 31 anni, si sono resi protagonisti di un grave episodio, avvenuto nei giorni scorsi. L'automobilista, dopo il furto, ha cercato di parlare con gli altri ragazzi ed ha lasciato il suo numero di telefono, chiedendo di farli sapere se avessero avuto notizie dei soldi e del telefono appena rubati. 

L'uomo si è poi rivolto ai carabinieri di strada delle Fonderie, per denunciare l’accaduto e, nel farlo, ha raccontato anche che pochi giorni dopo il fatto, uno
sconosciuto, millantando l’appartenenza all’Arma dei Carabinieri e di avere molte conoscenze influenti a Parma, si era messo in contatto con lui con la promessa di fargli recuperare l’intera refurtiva a patto di non sporgere denuncia.

Da questo contatto telefonico i Carabinieri del Norm si sono messi sulle tracce dei due giovani e grazie anche ad un’attività investigativa svolta in abiti civili, riuscivano a fissare un appuntamento, proprio davanti alla caserma dei carabinieri a Parma. I militari sono riusciti a bloccare una coppia, con numerosi precedenti, proprio nel momento in cui si stava facendo consegnare dal malcapitato, dopo una lunga trattativa, circa 100 euro, con la promessa di fargli restituire i soldi e lo smart-phone depredati. La coppia, colta sul fatto, trovata anche in possesso di armi da taglio (2 coltelli con lama di 10 e 8 cm.), ormai alle strette e rassegnata, non ha posto alcuna resistenza ai miliari.

Al termine delle operazioni di foto-segnalamento, su disposizione del Gip, i due sono stati condotti presso le rispettive case circondariali di Parma e Reggio Emilia. Il giudice dopo averne convalidato l’arresti, ha disposto nei confronti di entrambi, la custodia in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bloccano la strada per derubarlo, poi l'estorsione: due arresti

ParmaToday è in caricamento