Smog, troppi sforamenti di Pm10: oggi blocco del traffico in città

Per ben undici volte i limiti di particolato sono stati sforati in città e l'amministrazione comunale ha deciso di anticipare la misura che di solito parte a gennaio. Il blocco riguarderà l'area interna ai viali di circonvallazione

In bici con la mascherina

Blocco totale del traffico giovedì 1 dicembre a Parma. Un intervento urgente e immediato che l'Amministrazione comunale ha deciso - fa sapere in una nota - "in considerazione del fatto che la giornata di oggi è stata l'undicesima consecutiva di sforamento della media giornaliera della concentrazione di Pm10 nell'aria, come rilevato dalla rete di monitoraggio della qualità dell'aria gestita da Arpa Emilia- Romagna sezione di Parma". Il blocco del traffico al giovedì, che normalmente, in base agli accordi regionali per la qualità dell'aria, inizia ai primi di gennaio e si conclude alla fine di marzo, viene pertanto anticipato al prossimo giovedì, "per ora - precisa il Comune - come misura una tantum".

L’area interessata alla chiusura al traffico per la giornata di giovedì 1° dicembre è quella interna ai viali di circonvallazione. Rimangono quindi percorribili viale Bottego, piazzale Dalla Chiesa, via Garibaldi (tra Viale Bottego e Viale Mentana), viale Mentana, piazzale Vittorio Emanuele II, viale San Michele, piazza Risorgimento, stradone Martiri della Libertà, viale Berenini, ponte Italia, piazzale Marsala, viale Caprera, piazzale Barbieri, viale Dei Mille, viale Vittoria, piazzale Santa Croce, via Kennedy - tratto compreso tra p.le Santa Croce e parcheggio, viale Pasini, via Trombara, viale Piacenza, ponte Delle Nazioni.

Il Comune ricorda che "si potrà usufruire dei parcheggi Toschi e Goito, percorrendo via IV Novembre, viale Toschi, viale Berenini, via Camillo Rondani e borgo Salnitrara. Il divieto totale di circolazione potrà essere revocato in caso di condizioni particolari, tra cui, la presenza di forti piogge oppure di precipitazioni nevose".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ESCLUSIONE DALLE LIMITAZIONI
-  autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 5,
-  autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 4,
-   ciclomotori e motoveicoli euro 2 ed euro 3,
-   autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida,
-   autoveicoli ad alimentazione a gas metano o GPL,
-  veicoli diesel Euro 3 dotati di filtri antiparticolato al momento dell’immatricolazione, con annotazione sulla carta di circolazione ovvero apposita autocertificazione rilasciata dal venditore del veicolo,
-   veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 omologati Euro 3 ovvero che dalla carta  di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili, ai fini dell’inquinamento da massa di particolato, quali Euro 3 o categoria superiore,
-   veicoli diesel che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili ai fini dell’inquinamento da massa di particolato almeno Euro 4, 
-   autoveicoli con almeno tre persone a bordo se omologate a 4 o più posti, e con almeno 2 persone se omologate a 2 posti (car pooling);
-   auto condivisa (car sharing);
-   mezzi di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale;
-   mezzi per la sicurezza pubblica, della procura, veicoli adibiti a servizi di Stato, veicoli di istituti di Vigilanza;
-   veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (Taxi, auto a noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc…)
-   veicoli delle testate radiotelevisive e degli organi di stampa;
-   carri funebri, mezzi di appoggio e veicoli al seguito;
-   veicoli e motocicli di interesse storico e collezionistico di cui all’art. 60 del Nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, come da elenco FMI;
-   veicoli di servizio di Enti Pubblici limitatamente ad interventi di emergenza;
-   autoveicoli diretti agli alberghi della città;
-   veicoli di paramedici ed assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine, esclusivamente nel tragitto casa-ambulatorio-paziente;
-   veicoli attrezzati per il pronto intervento di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza;
-   veicoli adibiti alla manutenzione di pozzi neri e condotti fognari limitatamente ad interventi di emergenza;
-    veicoli adibiti al trasporto di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici ecc.);
-   veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (pane, frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali, latticini, sementi, latte, acqua)
-   veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria, scuole e cantieri;
-   veicoli di lavoratori in servizio presso aziende, o presso Enti Pubblici, o di lavoratori autonomi, in cui l’orario di servizio abbia inizio o fine in periodi non coperti dal trasporto pubblico, limitatamente ai percorsi casa-lavoro, lavoratori in pronta reperibilità o disponibilità per chiamate d’urgenza
-   mezzi ufficialmente adibiti al servizio di portatori di handicap e mezzi privati con a bordo portatori di handicap, in possesso di apposito contrassegno
-   veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di malattie con certificazione obbligatoria
-   veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida (almeno due persone a bordo);
-   veicoli per il trasporto dei bambini da/per gli asili nido, le scuole materne, le scuole elementari, mezz'ora prima e mezz'ora dopo l'orario di ingresso e di uscita degli alunni.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento