menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folli sul blocco del traffico: "I parmigiani hanno dimostrato di poter fare a meno delle auto"

L'assessore all'Ambiente sul Naviglio Alto: "Abbiamo completato questa fase di censimento che ha evidenziato circa 400 scarichi di cui una buona metà sono corrette"

La prima fase di accertamenti sugli scarichi del Canale Naviglio Maggiore portata a termine dal Comune, Atesir e Iren è terminata. Oltre 400 scarichi sono stati rilevati, 200 dei quali sono in fase di analisi. Il bilancio dell’Assessore all’Ambiente, Gabriele Folli è positivo. “Sul canale del Naviglio abbiamo completato questa fase di censimento che ha evidenziato circa 400 scarichi di cui una buona metà sono corrette, di acque bianche e altre da identificare. Sono state utilizzate tecnologie avanzate con laser scanner che hanno georeferenziato ogni singolo scarico. Grazie al lavoro dei tecnici di Iren – ha detto ai microfoni di Radio Bruno - andremo anche a completare il lavoro con una seconda fase per completare le verifiche e vedere se questi scarichi sono di acque bianche e possono andare in un canale oppure acque nere smaltite in fognatura”.

Sono state molte le polemiche dei giorni scorsi da parte di cittadini e istituzioni per quanto riguarda il blocco del traffico che il Comune ha imposto per la giornata di domenica 5 febbraio. Su iniziativa regionale, tra l’altro. Molti non hanno gradito il fatto che, nonostante le norme restrittive (multe ecc), ci sia stato qualcuno che come al solito ha pensato bene di aggirare tutto. Sono tantissimi invece quelli che hanno preso a cuore questa ‘imposizione benefica’ dimostrando di essere davvero attaccati alla città e di voler agire per migliorarla in tutto. “Il blocco di un giorno non ha la valenza di fermare l’incremento del Pm 10 – spiega Gabriele Folli, assessore all’Ambiente a Radio Bruno -. Questa è un esempio forte in cui la cittadinanza ha aderito. Siamo molto contenti di questi risultati che abbiamo monitorato attraverso le telecamere poste nelle zone a traffico limitato. Abbiamo potuto constatare che, rispetto a una domenica normale, si è registrato il 70 o l’80% in meno di traffico. Eppure è stata una domenica piovosa in cui i cittadini hanno dimostrato di poter fare a meno delle auto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento