Blocco del traffico di domenica. Camorali: "Mi sembra assurdo nel contesto economico attuale'

La consigliera regionale del gruppo Fi-Pdl: "Manifesto la mia solidarietà a tutti i commercianti ed al Presidente dell’Ascom provinciale, Ugo Margini, in questo difficilissimo momento di crisi economica"

Blocco del traffico di domenica 15 dicembre. La consigliere regionale del gruppo Fi- Pdl Cinzia Camorali prende posizione contro la decisione del Comune di Parma. “Il provvedimento del Comune di Parma di non rispettare la “tregua” natalizia prevista dallo stesso Accordo Regionale giustificato dallo sforamento per dodici giorni consecutivi del limite previsto per le polveri sottili e definito dallo stesso Assessore Folli utile a “promuovere un cambiamento culturale” mi sembra assurdo nel contesto economico attuale ed ingiusto nei confronti dei commercianti del centro storico. Tra l’altro la criticità accomuna tutte le città della Regione ma il provvedimento è stato preso solo a Parma.

La promozione di un’educazione volta a ridurre l’inquinamento ambientale mi trova assolutamente d’accordo, ma non è certo questo il momento ed il modo. A cosa serve un provvedimento riconosciuto unanimemente inutile se non a penalizzare quei coraggiosi commercianti che ancora provano a sopravvivere nel centro storico, peraltro già di difficile accesso in condizioni normali a causa della estensione della ZTL e della carenza di parcheggi?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stessa Legambiente critica la scelta del Comune, proponendo di ampliare l’area delle chiusure estendendola anche alle tangenziali e all’area di via Burla e via Forlanini dove sono presenti importanti centri commerciali. Si tratterrebbe di un provvedimento estremo, certo, che però almeno metterebbe in condizioni di equità il commercio nelle varie zone della nostra città. Le piccole realtà commerciali del centro storico rappresentano il tessuto tradizionale e storico della nostra città: un patrimonio importante da difendere. Manifesto la mia solidarietà a tutti i commercianti ed al Presidente dell’Ascom provinciale, Ugo Margini, in questo difficilissimo momento di crisi economica, che l’Amministrazione grillina sembra ignorare, in cui sono invece da promuovere iniziative che permettano ai cittadini di riappropriarsi della nostra bella città. Parma non è terra per la decrescita felice”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento