menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituzione, chiuso il "Blu Notte" di Baganzola: arrestati in cinque

Blitz dei carabinieri la notte scorsa in via Nabucco dopo un'indagine di quasi un anno. Molte le segnalazioni dei residenti per il viavai notturno nel locale che, sulla carta, era registrato come circolo sportivo

Nella notte scorsa, i carabinieri di Parma hanno effettuato un blitz in via Nabucco a Baganzola: obiettivo il "Blu Notte". Al locale sono stati apposti i sigilli e i gestori sono stati arrestati per sfruttamento della prostituzione.

I militari tenevano d'occhio il Blu Notte da quasi un anno, in seguito alle numerose segnalazioni da parte dei residenti della zona che avevano denunciato un viavai notturno di uomini e ragazze giovani. Il locale, ufficialmente registrato come circolo sportivo, era in realtà un luogo per attività sessuali a pagamento. In manette sono finiti il gestore del locale ed un suo collaboratore, il legale rappresentante, l'addetto all'ingresso e un altro collaboratore del circolo. Si tratta di tre parmigiani, un fidentino e uno straniero di origini colombiane. Denunciate per favoreggiamento, invece, cinque ragazze che interrogate dai carabinieri sull'attività svolta all'interno del locale, hanno mentito per coprire il giro di prostituzione.

E' stato accertato, inoltre, come l'addetto all'ingresso riusciva ad avvisare dell'arrivo di controlli le persone all'interno, mediante l'accensione delle luci nei privé. Le ragazze che si prostituivano erano una ventina, provenienti in maggioranza dal sudamerica o dall'Est europeo. Le prestazioni costavano dai cento ai duecento euro e - quelle effettuate con bancomat e carte di credito - sono state tracciate e ricostruite dai carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento