Bonaccini: "Meglio chiudere i centri commerciali"

Il presidente della Regione Emilia-Romagna: "Questo Paese non può permettersi un altro lockdown totale"

Stefano Bonaccini insiste: "Penso che intanto servano indennizzi robusti, però subito in favore delle categorie colpite dall'ultimo Dpcm. Perché c'è gente che non ha lavorato per mesi e che oggi rischia di ripiombare nel dramma. E hanno poca fiducia - sottolinea il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni - perché non a tutti è arrivato quello che era stato promesso. Quindi indennizzi subito, concordati coi loro rappresentanti di categoria e che arrivino nel giro di pochi giorni o poche settimane". Ma soprattutto Bonaccini torna a chiedere una modifica delle norme varate domenica. "Se il governo qualche correzione potesse prenderla credo darebbe il senso anche di aver compreso che forse non tutto è stato fatto nel migliore dei modi". Bonaccini ribadisce anche che "era meglio chiudere i centri commerciali nel weekend in tutto il paese, perché adesso con chiuso il resto, cinema, teatri e ristoranti, il rischio è che nelle ore pomeridiane o serali dei weekend si affolli al caldo dei centri commerciali una quantità di gente che è molto più complicato che tenga il distanziamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Covid, oggi si decide: Parma potrebbe tornare in zona gialla

Torna su
ParmaToday è in caricamento