menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura di Borgo XX Marzo, la protesta: 'Disagi per i residenti con difficoltà motorie'

Il Comune ha decretato la chiusura di Borgo XX Marzo a partire dal 27 Marzo 2015 al 31 ottobre 2015 dalle ore 11 alle ore 24 di tutti i giorni. Gabriella Biacchi di Altra Politica: "I condomini declinano ogni responsabilità in caso di incidenti all'Amministrazione Comunale già notificata con raccomandata"

"L’Amministrazione Comunale -scrive Gabriella Biacchi di Altra Politica, nella figura del dirigente del Settore Ambiente e Mobilità, tenendo conto dei vari aspetti giuridico/amministrativi, così cita l’ordinanza, ha decretato la chiusura di Borgo XX Marzo a partire dal 27 Marzo 2015 al 31 ottobre 2015 dalle ore 11 alle ore 24 di tutti i giorni, istituendo il divieto di circolazione della stessa via per “Plateatici”. Ora capisco la volontà di andare incontro agli esercizi pubblici del centro storico e anche di quella zona, ma non a scapito di altri cittadini residenti. E’ stata formulata questa ordinanza senza interpellare i residenti e senza tener conto delle esigenze e necessità degli abitanti di Borgo XX Marzo, dato che gli stessi lamentano diverse criticità. Innanzi tutto i conduttori di taxi si rifiutano di eseguire il servizio, viste le complessità di passaggio e fermata, trovando sulla pubblica via innumerevoli tavolini, sedie ed ombrelloni causando forte disagio per alcuni residenti con difficoltà motorie. 

In un condominio è presente un’area cortilizia interna adibita anche a parcheggio di autovetture a servizio dei condomini (provvisti di regolare autorizzazione di passaggio del centro storico rilasciata da infomobility), i quali hanno la possibilità di uscire dal cortile interno del condominio solo ed esclusivamente in retromarcia con tutte le difficoltà evidenti, vista la presenza di tavolini, la retromarcia poi, in base l’ordinanza, deve proseguire per borgo  Santa Brigida, in divieto di transito resa a senso unico, sino a borgo S’Antonio con conseguenti gravi disagi e enormi pericoli per pedoni, ciclisti ed autovetture. Premesso che a tutt’oggi la viabilità non è stata modificata, i condomini declinano ogni responsabilità in caso di incidenti all’Amministrazione Comunale già notificata con raccomandata.

Ma, a mio avviso, la cosa più grave è che la stessa Amministrazione non ha tenuto conto, con grande superficialità che, con questa ordinanza viene ostacolata la possibilità di un immediato soccorso per i mezzi adibiti a tale uso, ambulanze, vigili del fuoco ecc. La difficoltà di questa Amministrazione nel gestire alcune situazioni è sotto gli occhi di tutti, come credo non sia lecito che pur di fare cassa si penalizzino i cittadini residenti. Mi auguro che in tempi brevi venga trovata una soluzione adeguata, effettuando anche un sopralluogo in contradditorio per la verifica dello stato dei luoghi". 

?

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento