menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgotaro, alla Bruschi sciopero ad oltranza contro gli esuberi

I sindacati di categoria Flai Cgil e Fai Cisl hanno indetto la mobilitazione: da oggi i lavoratori dell'azienda si fermano contro il piano di licenziamenti annunciato dall'azienda

Da oggi i lavoratori della Bruschi di Borgotaro sono in sciopero ad oltranza contro il piano di esuberi  previsto dall'azienda. "A seguito della totale chiusura della dirigenza della Bruschi Borgotaro Srl-si legge in una nota dei sindacati- a ridiscutere il piano di esuberi recentemente presentato e a riaprire la trattativa con i sindacati di categoria, Flai Cgil e Fai Cisl, unitamente a Cgil e Cisl confederali di zona, hanno deciso, di concerto con le lavoratrici della ditta conserviera, di proclamare uno sciopero a tempo indeterminato a partire dalla giornata odierna, sospendendo ogni forma di lavorazione.


Tale sofferta decisione si è resa necessaria a causa della indisponibilità della azienda, storica produttrice di funghi secchi e prodotti sott’olio, a rivedere il piano di licenziamenti, in cui si prevede il taglio del 50% del personale (6 su 12 addette) e nessuna garanzia per il mantenimento dell’attività produttiva a Borgotaro. I sindacati di categoria auspicano la riapertura di un tavolo negoziale finalizzato a contrattare tempi e modi per il mantenimento dell’attività produttiva a Borgotaro e la salvaguardia del maggior numero possibile di posti di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento