Borgotaro, perseguita i familiari: pensionato 71enne arrestato per stalking

Da quattro anni l'uomo compiva vessazioni ai danni di un familiare, suo vicino di casa, e degli altri componenti della famiglia. E' stato sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione a causa della sua età

Un pensionato di 71 anni, residente a Borgotaro, è stato arrestato dai carabinieri del Comando locale per "atti persecutori, minacce, lesioni aggravate, violenza privata e danneggiamento". Erano quattro anni che l'uomo compiva vessazioni ai danni di un familiare, suo vicino di casa, e degli altri componenti della famiglia. Alcuni di questi atti sono poi sfociati nel reato di stalking e, oltre alle minacce e le offese, il pensionato avrebbe in due circostanze danneggiato anche oggetti di proprietà dei familiari.

Più volte i carabinieri sono intervenuti per evitare che i fatti degenerassero, ma ogni tentativo di riconciliazione bonaria è andato a vuoto. Dopo l’ultimo episodio – avvenuto lo scorso mese di marzo – il comandante della stazione ha inviato una dettagliata informativa alla Procura della Repubblica di Parma evidenziando la pericolosità della situazione e richiedendo un provvedimento cautelare, necessario per evitare che le violenze si potessero concretizzare in atti ancora più gravi.

Il Gip ha quindi emesso la misura cautelare e il 71enne è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione in considerazione della sua età.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta una bimba di 8 anni nel suo negozio: arrestato commerciante 37enne

  • Terrore in A1, auto si schianta e si incendia vicino al treno deragliato: muore una 21enne parmense

  • Bimba di sei anni muore per meningite

  • Schianto mortale in A1: arrestato il pirata della strada che ha travolto l'auto dei quattro giovani

  • "Addio Alessia, che tu ora possa trovare la serenità"

  • Sbarca a Parma la truffa del finto incidente: "Un giovane si butta sotto l'auto, simulando di essere investito"

Torna su
ParmaToday è in caricamento