menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgotaro: presentato il nuovo centro dello sportivo

Il servizio rivolto agli sportivi di tutte le età delle valli del Taro e del Ceno sarà ospitato nell'ospedale Santa Maria e offrirà analisi, esami e cure mirate per chi si infortuna in gara, allenamento o campionato.

Presentato a Borgotaro il nuovo ambulatorio dello sportivo dedicato agli atleti del Distretto Valli Taro e Ceno, operativo all’Ospedale Santa Maria, che si aggiunge all’attività degli ambulatori specialistici e del Punto di primo intervento. Presenti tra gli altri alla conferenza stampa di inaugurazione del servizio il sindaco di Borgotaro Diego Rossi, Leonardo Marchesi, Direttore del Presidio Ospedaliero Aziendale dell’AUSL di Parma, Giuseppina Frattini, Direttore del Distretto Valli Taro e Ceno dell’AUSL di Parma e rappresentanze degli atleti e delle società sportive locali. 

Spiegano dal 'AUSL di Parma in un comunicato:  “L’U.O. di Ortopedia/Traumatologia, che vanta una pluridecennale esperienza anche nel trattamento delle lesioni traumatiche che colpiscono gli atleti delle varie discipline sportive, mette a disposizione le proprie competenze, in collaborazione con l’équipe dell’U.O. di Radiologia, per una presa in carico diretta degli atleti e per garantire quindi  valutazioni cliniche sollecite, al fine di consentire un percorso diagnostico e terapeutico che conduca ad una precoce ripresa dell’attività sportiva.

A CHI E’ RIVOLTO IL SERVIZIO Agli sportivi agonisti di qualunque età del Distretto Valli Taro e Ceno, che riportino infortuni di natura traumatica, di competenza ortopedica, durante l'attività di campionato, di gara o durante gli allenamenti.

COME SI ACCEDE ALL’AMBULATORIO E’ necessaria la richiesta del medico e prenotare l’appuntamento, chiamando il numero 0525-970297 il lunedì, martedì, mercoledì e venerdì, dalle 9 alle 14. 

COSA OFFRE IL SERVIZIO Oltre alla visita, è garantito ogni accertamento (radiografie, Tac, risonanza magnetica, ecografia, …) necessario a consentire una corretta diagnosi e quindi gli adeguati trattamenti, anche chirurgici. Per le prestazioni, è previsto il pagamento del ticket, se dovuto.

ALCUNI DATI DI ATTIVITA’ L’équipe diretta dal Dr. Aldo Guardoli, all’anno, effettua circa 130 meniscectomie artroscopiche del ginocchio e suture meniscali, tratta circa 80 lesioni legamentose del ginocchio, oltre a lesioni traumatiche della caviglia e della spalla, lesioni tendinee e muscolari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento