menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borgotaro, Punto Nascita a rischio chiusura, Cardinali: "Arrivare ad una soluzione condivisa"

“I cittadini del distretto valligiano vivono con la spada di damocle di una possibile chiusura dal 2010, anno in cui è entrata in vigore la norma che introduce il tetto minimo dei 500 parti all’anno, ma questa ipotesi va scartata”

Il punto nascita dell’ospedale di Borgotaro è un servizio basilare per gli utenti di quelle zona, fornendo una garanzia di sicurezza e un tempestivo intervento in caso di urgenze”. Il consigliere regionale del Partito democratico, Alessandro Cardinali, ha presentato un’interrogazione a risposta immediata alla giunta, in merito alla paventata chiusura del punto nascite dell’Ospedale ‘Santa Maria’ di Borgo val di Taro. “I cittadini del distretto valligiano – spiega Cardinali – vivono con la spada di damocle di una possibile chiusura dal 2010, anno in cui è entrata in vigore la norma che introduce il tetto minimo dei 500 parti all’anno, ma questa ipotesi va scartata”.

Per il consigliere Pd è fondamentale che il punto nascita non venga soppresso. “I processi di razionalizzazione burocratici che imporrebbero la chiusura – continua Cardinali -  non possono tenere conto di situazioni peculiari, come un territorio molto ampio e dalla natura orografica particolare quale quella in cui si trovano molti ospedali decentrati di montagna, che rappresentano un servizio fondamentale per tutte le famiglie residenti in quelle zone e danno sicurezza per le neo mamme di non avere difficoltà per gli spostamenti”.

Il Decreto del Ministro Lorenzin del dicembre 2015 apre alla possibilità di mettere in atto una deroga per quei presidi ospedalieri che, pur non raggiungendo il tetto previsto di nascite, mantengano gli standard di qualità e sicurezza previsti dalla normativa. “Per questo motivo – conclude Cardinali – ho interrogato la Giunta per capire a che punto se intenda mantenere aperto il confronto con il territorio, raccogliendone le relative istanze e condividendo una strategia comune che scongiuri la chiusura del punto nascita”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per chi ha dai 70 ai 74 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento