Mafia, il boss Fidanzati da via Burla all'ospedale di Bologna

Trasferimento per il capomafia dopo che la corte d'appello ha accolto l'istanza del legale Pino Scozzola, disponendone il ricovero presso un centro di riabilitazione neuro motoria per avere le cure necessarie

Il boss Gaetano Fidanzati è stato trasferito dal carcere di Parma all'ospedale di Bologna. La destinazione è stata scelta dal capomafia dopo che la corte d'assise d'appello di Palermo, con un provvedimento analogo a quello emesso la scorsa settimana dalla corte d'appello, accogliendo l'istanza del legale Pino Scozzola, aveva disposto il trasferimento di Fidanzati un centro di riabilitazione neuro motoria ritenendo che le cure di cui ha bisogno, non siano effettuabili in una struttura carceraria.

I giudici della corte d'assise d'appello che hanno condannato Fidanzati a 10 anni per l'omicidio del tossicodipendente Giovanni Bucaro, avevano deciso il trasferimento in un ospedale non siciliano, indicando Milano. L'opzione era stata però respinta dal Dap in quanto il boss arrestato proprio a Milano, avrebbe ancora contatti criminali nel capoluogo lombardo. La corte d'appello aveva invece indicato in precedenza Cefalù. Un nuovo provvedimento aveva poi stabilito che Fidanzati avrebbe potuto scegliere una struttura fuori dalla Sicilia e dalla Lombardia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento