Cronaca

Carcere, le denunce del boss. Sappe: "Nessun maltrattamento"

Giovanni Battista Durante, segretario generale del Sappe: "Sembra che il detenuto in questione abbia più volte creato gravi problemi, avrebbe distrutto varie parti della cella e aggredito il personale"

"Riteniamo di poter smentire quanto denunciato, confermando che la polizia penitenziaria opera sempre con professionalità e senso di umanità''. Lo afferma Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto Sappe, Sindacato autonomo polizia penitenziaria, in riferimento alla vicenda del boss barese Antonio Battista, che si trova nel carcere di Parma in regime di 41 bis. La moglie di Battista, aveva denunciato presunti maltrattamenti subiti dal marito in cella, e il suo legale dopo averlo visitato in carcere lo aveva definito ''irriconoscibile''. L'avv.Giuseppe Giulitto aveva avuto un colloquio con Battista: ''Ha lividi su collo e viso, ferite e l'ho trovato molto dimagrito''.


''Per quanto riguarda le notizie diffuse ieri - dice il Sappe - relative ai presunti pestaggi avvenuti nel carcere di Parma nei confronti di un detenuto sottoposto al regime del 41 bis, sembra che il detenuto in questione abbia più volte creato gravi problemi all'interno della casa di reclusione di Parma, dove avrebbe distrutto varie parti della cella, compreso pezzi del bagno ed aggredito anche il personale di polizia penitenziaria, fatti per i quali sarebbe anche stato denunciato dallo stesso personale. Pertanto, riteniamo di poter smentire quanto denunciato, confermando che la polizia penitenziaria opera sempre con professionalità e senso di umanità. Non vorremmo considerare l'ipotesi che sul carcere di Parma sia in atto un vero e proprio tentativo di delegittimazione. Invitiamo il Dipartimento ad assumere idonee iniziative a tutela dell' immagine e onorabilità del personale di polizia penitenziaria in servizio a Parma''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere, le denunce del boss. Sappe: "Nessun maltrattamento"

ParmaToday è in caricamento