Animali, i consigli dell'Enpa per i botti di Capodanno

Ogni inizio anno per le associazioni animaliste è una corsa contro il tempo a rintracciare ed aiutare proprietari che hanno perso il loro peloso e animali fuggiti da casa

I consigli dell'Enpa per i botti di Capodanno. "Non mostriamoci troppo protettivi verso di loro al rumore dello scoppio dei petardi, in quanto potremmo solo aumentare la loro paura, ricordiamoci che siamo noi il capobranco e se sentono il nostro disagio, la loro ansia aumenta! Portare i cani in passeggiata sempre tenendoli al guinzaglio. E liberarli solo in aree recintate o all’interno della casa evitando il pericolo di fuga dovuta ad un’inaspettata esplosione. Premurarsi che oltre al chip il cane sia identificato  anche con una medaglietta con nome e dati del proprietario durante le passeggiate; non lasciare animali incustoditi nell’abitacolo della macchina,sia per evitare che possano essere oggetto di furto sia per il pericolo che possano ferirsi dopo lo scoppio di un botto. Tenere gli animali dentro casa o in un luogo sicuro (garage, rimessa, cantina).. preferibilmente da evitare di custodirli in giardino anche se recintato

Evitare in ogni modo l’accesso a vie di fuga poiché sarebbe difficoltoso rintracciarli, impauriti dagli scoppi, tenderebbero a rifugiarsi in luoghi sperduti; non lasciare soli in casa animali che abitualmente si spaventano per i botti: in caso questo non sia possibile assicurarsi sempre che abbiano uno spazio dove potersi nascondere, come una scatola, una cuccia oppure sotto il letto. Tenere gli animali nella stanza di casa più isolata e meno esposta ai rumori, magari in penombra, chiudendo comunque tutte le finestre e tapparelle/persiane; Aumentare il volume della televisione o della radio così che ‘copra’, almeno in parte, gli scoppi; in caso di cani troppo nervosi oagitati consultare il veterinario e optare per la somministrazione di qualche blando sedativo preferibilmente rimedi omeopatici o di erboristeria.

Un occhio di riguarda ai selvatici e all'ambiente. • Non sparare mai botti verso zone alberate o di campagna perché molti selvatici vi trovano rifugio e se venissero spaventati nella notte, tempo in cui normalmente dormono e non hanno buona visibilità, potrebbero ferirsi seriamente durante la fuga; non sparare botti in zone con vegetazione secca, arbusti, alberature o altre coperture vegetali che possano prendere facilmente fuoco;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ogni inizio anno per le associazioni animaliste è una corsa contro il tempo a rintracciare ed aiutare proprietari che hanno perso il loro peloso e animali fuggiti da casa… Ricordiamo che ENPA Parma non ha né mezzi, né struttura, né autorizzazione per recuperare animali vaganti sul territorio ma può: - raccogliere segnalazioni di smarrimento/ritrovamento - divulgare appelli di smarrimento/ritrovamento di animali vaganti mandando una mail a: melissa@enpaparma.it dove dovrete indicare: tipo di animale, nome (in caso di smarrimento), luogo di smarrimento/ritrovo, foto,contatti che verranno pubblicati sul sito www.enpaparma.it e sulla nostrapagina facebook.  Nel comune di Parma è comunque attivo il servizio comunale di recupero di cani/gatti vaganti o in difficoltà al numero: 334/3634694. Per la provincia contattare la polizia municipale del comune di competenza od in alternativa
L’Associazione di Volontariato: RESCUE DOGS attiva24h su 24h al 388/6443131"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento