menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botti in piazzale Maestri, una lettrice: "Le mie due cagne hanno tremato per tutta la notte"

Botti a Capodanno e polemiche. Il primo giorno del 2015 ritorna il tema dei botti e lo strascico di polemiche. Una nostra lettrice, Francesca ci ha scritto rivolgendosi direttamente al sindaco Federico Pizzarotti, che ha scelto di non emanare l'ordinanza contro i botti

Botti a Capodanno e polemiche. Il primo giorno del 2015 ritorna il tema dei botti e lo strascico di polemiche. Una nostra lettrice, Francesca ci ha scritto rivolgendosi direttamente al sindaco Federico Pizzarotti, che ha scelto di non emanare l'ordinanza contro i botti. 

LA LETTERA DI FRANCESCA. "Buongiorno e buon anno. Vorrei dire al nostro sindaco che il suo buon proposito di affidarsi al buon senso della gente nell'evitare i botti non ha avuto successo. Caro Pizzarotti avrei voluta averla accanto qui in piazzale Maestri! Dei botti spaventosi, addirittura vicino alle macchine parcheggiate, con la piazza piena di piante e vicino all'ospedale città di Parma, io ho due cagnolone che hanno continuato a tremare costantemente e avevano il cuore a mille. Non certo per ultimo le voglio dire che in casa avevo oltre che amici i miei genitori e allo scoppio di botti che sembravano più delle bombe mia mamma soffrendo di cuore ha preso talmente paura che non si è goduta neanche il brindisi! Dirà lei "niente di grave"! Ma le posso assicurare che non è stato per niente simpatico! Poi se stamattina vuole fare un bel giro in quartiere vedrà tutto lo schifo che quegli incivili hanno lasciato! Ci sono le strade piene di residui dei botti e poi noi dobbiamo fare la differenziata? Forse per l'anno prossimo sarebbe meglio che pensi a una bella ordinanza di divieto di vendita e di uso!"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento