menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boxisti della Ghiaia. Le casette inutilizzate verranno demolite

Con la delibera approvata dalla giunta il 23 novembre si stabilisce che un parte del piazzale verrà riqualificato, le concessioni verranno rinnovate. Recupero forzoso della casetta 20, occupato in modo illegittimo

Ex boxisti della Ghiaia. La svolta. Con una delibera comunale approvato il 23 novembre 2012 il Comune di Parma ha preso una serie di decisioni rispetto alla vicenda dei commercianti che si trovavano nel mercato di Piazza Ghiaia, poi trasferiti 'temporaneamente' nelle casette di legno in Piazzale della Pace. Qualche mese fa avevano raccontato la protesta degli operatori commerciali che lanciarono un appello per la difficile situazione che 'sopportavano' da 6 anni.


RIQUALIFICAZIONE DEL PIAZZALE. Le casette inutilizzate spariranno e per il piazzale verrà messa in atto una 'riqualificazione'. Dei 35 operatori che nel 2006 vennero trasferiti da Piazza Ghiaia nella casette di legno ben 17 hanno chiuso l'attività riconsegnato le chiavi delle strutture assegnate dal Comune. Quattro delle casette inutilizzate sono state riassegnate. Solo una casetta, occupata dalla ditta Bottarelli, è in una situazione incerta, in quanto le chiave avrebbero dovute essere riconsegnate tempo fa al Comune. Ora l'amministrazione ha optato per il recupero, anche forzoso, della struttura. 

RINNOVATE LE CONCESSIONI. La delibera prevede alcuni trasferimenti delle attività commerciali ancora in essere nei blocchi 1 e 2 (box dal 1 al 7 e dal 8 al 14) nelle casette resesi disponibili nei blocchi 3 e 4 (box dalla 15 al 21 e dal 22 al 30) in modo da liberare la parte nord del piazzale. La delibera prevede inoltre di incaricare il settore patrimonio con i Vigili Urbani dalla per provvedere al recupero, anche forzoso, della casetta n. 20 attualmente occupata dalla ditta Bottarelli S.a.s. ed all’escomio di eventuali operatori che si opponessero al trasferimento; di incaricare il Servizio Tributi di provvedere a recuperare i canoni arretrati, sia relativamente ai fabbricati che all’occupazione di suolo pubblico". Si stabilisce inoltre di "rinnovare i contratti di concessione delle casette occupate o occupande fino al 31/12/2013 alle medesime condizioni di quelli ormai scaduti".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento