Pescatori di frodo di notte nella golena del Po: una barca e 600 metri di reti illegali

Blitz dei Carabinieri forestali alle 2.30 di notte nel territorio di Polesine Zibello: a bordo della barca un quintale di pesce già pronto per il mercato dell'Est

L'arrivo delle forze dell'ordine ha interrotto la loro attività: i pesci presenti sulla barca, per un peso di circa in quintale, erano ancora vivi e sono stati rigettati nel fiume. Per i quattro è scattata una sanzione amministrativa per bracconaggio ittico, il sequestro dei mezzi, che verranno poi confiscati, e la proposta, per loro, del foglio di via obbligatorio. I quattro, tutti domiciliari a Ravenna, hanno dai 22 ai 49 anni ed erano in trasferta. Il pesce sarebbe andato ad alimentare un mercato sicuro: quello dell'Est, dove la carne di siluro è considerata pregiata. Gli inquirenti non escludono però che il pesce sarebbe potuto finire anche sulle nostre tavole. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: le misure dal 14 luglio

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Parma, un positivo al covid: scatta il ritiro per la squadra

Torna su
ParmaToday è in caricamento