Tornolo, posiziona trappole a strozzo per gli animali: fermato un bracconiere

Un bracconiere è stato sorpreso, in flagranza di reato, mentre posizionava delle trappole a strozzo (lacci) per la cattura di animali selvatici. E' accaduto qualche giorno fa nel comune di Tornolo, prevista un'ammenda fino a 1549 euro

Un bracconiere è stato sorpreso, in flagranza di reato, mentre posizionava delle trappole a strozzo (lacci) per la cattura di animali selvatici. E’ accaduto qualche giorno fa nel comune di Tornolo e protagonisti dell’intervento sono stati agenti della Polizia provinciale di Parma che dopo avere colto sul fatto la persona in questione, ne hanno segnalato le generalità alla Procura della Repubblica per uso di mezzi vietati (art. 21/1°/u della Legge 157/92) per cui è prevista un’ammenda fino a 1549 euro.

Gli agenti della Polizia Provinciale durante il servizio svolto alcuni giorni prima i fatti, avevano individuato nei pressi di Santa Maria del Taro, cinque lacci posizionati nei sentieri dove transitano cinghiali, caprioli, daini e altri animali.
Le trappole erano armate, ben occultate nella vegetazione e pronte alla cattura degli animali e i cavi erano assicurati ad alberi, posti in sentieri usati abitualmente per gli spostamenti dagli ungulati e terminavano con un cappio che azionato dal divincolarsi dell’animale eventualmente catturato avrebbe provocato atroci sofferenze fino alla morte per soffocamento.
Dopo la scoperta delle trappole il Comando della Polizia provinciale procedeva predisponendo alcuni servizi di appostamento che hanno consentito di individuare l’autore dell’atto illecito.

"E’ stata un'azione rilevante che rientra nell’ambito della attività quotidiana che la Polizia provinciale svolge nella nostra provincia per prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio faunistico – sottolinea l’assessore alla Sicurezza Francesco Castria - su questa attività in particolare vorrei raccomandare a chiunque rinvenga trappole o abbia segnalazioni in materia faunistico-ambientale di atti illeciti, di segnalarli al Comando della Polizia Provinciale di Parma contribuendo così in maniera fattiva a sostenere la nostra azione nel presidio del territorio".
La sede della Polizia provinciale è in via del Taglio tel 0521957358 e-mail polizia provinciale@provincia.parma.it

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

  • Verità e falsi miti sui rimedi anti medusa

I più letti della settimana

  • Chiesi, 4 lettere di licenziamento: parte lo stato di agitazione

  • Neonato di 8 mesi si ustiona in Autogrill: è grave al Maggiore

  • Ecco le baby gang che tengono in ostaggio il centro: "Giovanissimi tra alcol, droga e risse violente"

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • "Invasione di sciami di cimici pericolose in Emilia-Romagna"

  • Metalmeccanici, il 14 giugno è sciopero generale: lavoratori di Parma alla manifestazione di Firenze

Torna su
ParmaToday è in caricamento