Ghiretti: "Parma da città cantiere a città cratere. Sarò il megafono della città in Consiglio"

Roberto Ghiretti scende in campo con una nuova iniziativa per far fronte al degrado che incombe in molti luoghi della città. Si tratta di un un indirizzo mail (ghirettiroberto@gmail.com) attraverso il quale i cittadini potranno segnalare in forma scritta, fotografica o video tutte le emregenze di Parma.

Roberto Ghiretti scende in campo con una nuova iniziativa per far fronte al degrado che incombe in molti luoghi della città. Si tratta di un un indirizzo mail (ghirettiroberto@gmail.com) attraverso il quale i cittadini potranno segnalare in forma scritta, fotografica o video tutte le emregenze presenti a Parma. Le segnalazioni verranno valutate da Parma Unita e poi portate in Consiglio comunale come interpellanze, successivamente le risposte degli assessori competenti verranno inoltrate direttamente al cittadino che ha effettuato la segnalazione. Così Ghiretti propone ai parmigiani di essere "il loro megafono in Consiglio comunale".

"Un'iniziativa che non ha partiti - spiega Ghiretti - perché le buche non hanno colore politico, ma dividono nettamente chi vuole fare e chi no. Io voglio agire e visto il silenzio del Sindaco sul tema ho deciso di portare la questione del degrado all'ordine del giorno della Giunta. Dopotutto anche nel corso dei diversi consigli di quartiere numerosi i cittadini hanno lamentato di aver contattato il Comune per segnalare delle criticità e sono stati assolutamente ignorati". Insomma dalle parola ai fatti, è questo quello che Ghiretti si impegna a fare offrendo "quell'ascolto che i 5 stelle hanno tanto sbandierato in campagna elettorale salvo poi dimenticarselo il giorno dopo l'insediamento in Comune".

Nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina il consigliere di Parma Unita ha inoltre elencato una serie di luoghi per cui è necessario un intervento urgente: dalle strade ai parchi, dagli edifici in generale a luoghi storici come il Ponte romano. "La cura della città - ha continuato Ghiretti - è qualcosa che nasce da un'attenzione ai beni comuni, piccole cose - mi si dirà - ma io non credo siano piccole. Sono quegli elementi che contribuiscono a generare una sensazione diffusa di benessere, restituiscono al cittadino la concreta sensazione che le tasse versate hanno un senso. Infine, si fa sempre un gran parlare di Turismo a Parma, ma quale spettacolo pensiamo di offrire al malcapitato visitatore? Non è possibile avere tutte le aliquote al massimo e trovarsi a vivere in un posto dove si rischia letteralmente l'osso del collo solo a camminare per strada".

Alcuni esempi di degrado riportati da Roberto Ghiretti

CITTADELLA Esiste una situazione di degrado generalizzato. Usura di panchine e tavoli, bagni pubblici non funzionanti, manto erboso da ripristinare in diversi punti.

VIA VENEZIA si è aperta una voragine di quasi mezzo metro di diametro

QUARTIERI Lubiana San Lazzaro spazzatura non differenziata abbandonata a fianco dei cassonetti

VIA GARIBALDI è ormai un percorso per rally, stessa situazione per ponte di mezzo e via D'Azeglio

VIA BIXIO Un lastrone di porfido vicino al monumento è completamente sconnesso e oltre a muoversi sborda per una decina di centimetri al di sopra del piano stradale

SCRITTE i muri del centro storico ormai sono un manifesto a cielo aperto per scritte di qualunque tipo

PONTE ROMANO un monumento storico di eccezionale valore ed è ormai stato degradato a orinatoio pubblico

FRAZIONI fuori dalla città metropolitana la situazione non migliora. Oltre ai problemi legati alla manutenzione delle strade è facile trovare spesso delle discariche a cielo aperto, come nel caso di Panocchia dove i residenti si lamentano della situazione del greto della Parma

SPIP nel parcheggio del quartiere industriale che dovrebbe essere il primo biglietto da visita per le imprese che vi operano troviamo un edificio abbandonato, una discarica e automobili-abitazione occupate da persone che vivono uno stato di totale emarginazione dalla società.

PARCO FERRARI i giochi per bambini sono pericolanti e ormai rappresentano un pericolo reale per i nostri figli

BIZZOZZERO la fontana sulla quale ho già fatto due interrogazioni non è ancora stata ripristinata.

PARCO PRIMO MAGGIO Numerosi rami e piante abbattute sono lasciate sparse per il parco senza alcuna cura delle aree pubbliche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento