menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campagna contro il bullismo: con l'aiuto dei supereroi  

Secondo gli ultimi dati Istat a disposizione, nel 2014 poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti

Fino all’8 maggio al Centro Commerciale Eurosia di Parma, si dice No al bullismo attraverso iniziative di intrattenimento, eventi leggeri, ma fortemente significativi per i messaggi che si propongono di trasmettere.
 
Secondo gli ultimi dati Istat a disposizione, nel 2014 poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti. Il 19,8% è vittima assidua di una delle "tipiche" azioni di bullismo, cioè le subisce più volte al mese. Per il 9,1% gli atti di prepotenza si ripetono con cadenza settimanale.

Hanno subìto ripetutamente comportamenti offensivi, non rispettosi e/o violenti più i ragazzi 11-13enni (22,5%) che gli adolescenti 14-17enni (17,9%); più le femmine (20,9%) che i maschi (18,8%). Le prepotenze più comuni consistono in offese con brutti soprannomi, parolacce o insulti (12,1%), derisione per l'aspetto fisico e/o il modo di parlare (6,3%), diffamazione (5,1%), esclusione per le proprie opinioni (4,7%), aggressioni con spintoni, botte, calci e pugni (3,8%).

L’arma più potente che abbiamo per combatte questo fenomeno che coinvolge la famiglia, la scuola, la società intera, è la parola: è fondamentale parlarne, far sì che non sia un argomento tabù, ma anzi diventi oggetto di dialogo e confronto affinché il NO al bullismo sia fortissimo, capace di arginare e prevenire comportamenti e situazioni di violenza e sopruso.
 
Le azioni educative svolgono quindi un ruolo fondamentale e possono essere messe in campo in tanti modi diversi, a cominciare dalla famiglia e dalla scuola.
Ma tutti possiamo fare qualcosa: il Centro Commerciale Eurosia ha deciso di dare il suo contributo e fino all’8 maggio invita le scuole e le famiglie ad affrontare il tema in modo originale.
 
L’idea è quella di sensibilizzare piccoli e grandi su un tema importante come quello del bullismo, ma in modo giocoso, attraverso eventi leggeri, ma fortemente significativi per i messaggi che si propongono di trasmettere.
 
Testimonial della campagna #noalbullismo è infatti il supereroe Daitarn3 che campeggia con i suoi 7 metri di altezza per simboleggiare la lotta contro la violenza  e il trionfo dei valori più importanti, a cominciare dal rispetto verso gli altri.
I selfie scattati insieme a Daitarn e caricati sulla pagina Facebook di Eurosia rappresentano un veicolo per diffondere il messaggio contro la violenza, che verrà lanciato anche Domenica 24 aprile alle ore 16:30 attraverso esibizioni di danza e di canto.
 
DOMENICA 24 APRILE ALLE ORE 16:30 ESIBIZIONI DI DANZA E DI CANTO
Protagonisti sono il Centro Studi Danza Spazio 84 di Parma, con esibizioni di hip – hop, social dance, video dance, jazz e danza moderna e il Grande Coro Insieme di Sant’Ilario d’Enza, formato da 127 bambini che cantano insieme un repertorio tradizionale, moderno e popolare.
Domenica 8 maggio alle ore 16.30 a sostenere la campagna arriva a Eurosia Lupo Lucio, il lupo solitario della Melevisione, assillato dalla fame, sempre a caccia in cerca di fagianelle, lepri e quant’altro. È furbo e bugiardo ma anche coraggioso e buono e viene a Eurosia proprio per dire NO al bullismo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Il Museo d’Arte Cinese di Parma protagonista alla Sapienza di Roma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

  • Cronaca

    Covid: a Parma vaccinate quasi 135 mila persone

  • Attualità

    Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento