Calciobalilla donato alla Pediatria di Parma

C’è una maglia in più nella bacheca dei team sportivi “amici” della Pediatria di Parma: è quella della Parma Calciobalilla, la squadra con sede sociale a Porporano

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

C’è una maglia in più nella bacheca dei team sportivi “amici” della Pediatria di Parma: è quella della Parma Calciobalilla, la squadra con sede sociale a Porporano che ha saputo coltivare le abilità acquisite nell’oratorio di Don Enore, fino a competere nei tornei nazionali.

Il team ha donato alla Clinica pediatrica dell’ospedale Maggiore un calcetto “portatile”, adatto ad essere collocato sul letto dei piccoli pazienti ricoverati nella struttura.

Sport e solidarietà è un binomio condiviso da tutti i componenti la squadra, impegnati in iniziative sociali, tra le quali un torneo con ragazzi disabili mentali.

“Il nostro impegno per i bambini in ospedale – ha spiegato Mario Zanichelli, presidente e capitano della squadra – proseguirà con una raccolta fondi in occasione del torneo che organizzeremo a Porporano”. E per quanto riguarda il miglioramento tecnico dei piccoli ospiti dell’ospedale, il team ha offerto la propria disponibilità ad organizzare sedute di allenamento.

Gli atleti di Parma Calciobalilla hanno consegnato il calcetto al direttore della Clinica pediatrica Sergio Bernasconi che, nel ringraziarli e rivolgendosi agli atleti più adulti, ha sottolineato la loro “sensibilità di genitori, attenti alle esigenze dei bambini più fragili in un luogo deputato all’accoglienza come l’ospedale”.

La squadra del Parma Calciobalilla nasce nel 2010, quando la Porporano Parma, visti i successi raggiunti, cambia nome. Dall’oratorio di Don Enore alle competizioni nazionali il passo è breve, costellato di successi e tanto allenamento.

Il team è composto da 18 elementi, uomini e donne, di cui due 2 ragazze. Rappresentando Parma, ha partecipato al campionato e al torneo interregionale, oltreché ai campionati italiani. Ha raggiunto ottimi piazzamenti, anche individuali, nei vari tornei. Le giovani Martina e Sara sono risultate quarta e quinta ai campionati esordienti italiani. Martina prima donna d’Italia nel singolo misto.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento