Banane contro il razzismo, Cleophas: "Mangiatele invece di lanciarle"

Dopo l'episodio di razzismo ai danni del giocatore Dani Alves che ha reagito con un gesto che ha fatto ritornare al mittente la provocazione discriminatoria anche il direttore del Festival Ottobre Africano ha risposto, come tanti stanno facendo in Italia, con un messaggio e una foto antirazzista

Dopo l'episodio di razzismo ai danni il difensione blaugrana Dani Alves che, nella partita Barcellona Villareal, ha reagito con un gesto che ha fatto ritornare al mittente la provocazione discriminatoria anche il direttore del Festival Ottobre Africano ha risposto, come tanti stanno facendo in Italia, con un messaggio e una foto antirazzista, pubblicata sul suo profilo Facebook. Cleophas Dioma si è fatto fotografare mentre mangia una banana. Il commento: "In tempo di crisi mangiate le banane invece di lanciarle" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento