Caldo e afa: a Fontevivo è già partita la guerra alla zanzara tigre

L’assessore all’Ambiente Daniele Guareschi: "maggiori attenzioni da parte di tutti. Le attività di lotta alla diffusione da parte dell’Amministrazione comunale sono già partite come ogni anno ad aprile"

“Zanzara tigre: maggiori attenzioni da parte di tutti”. È l’invito che l’assessore all’Ambiente Daniele Guareschi rivolge ai cittadini, ricordando quelle poche e semplici regole che possono contribuire fattivamente alla riduzione del fenomeno e ai disagi per tutti.

Con l’inizio della stagione più calda e l’incremento delle temperature annunciato nelle ultime ore, infatti, la diffusione del fastidioso insetto si preannuncia più intensa. “Le attività di lotta alla diffusione da parte dell’Amministrazione comunale sono già partite come ogni anno ad aprile – ha spiegato Guareschi – con una prima fase di interventi quindicinali volta a scongiurare lo sviluppo delle larve mediante la distribuzione di prodotti antilarvali in pozzetti e caditoie a Fontevivo, Ponte Taro, Bianconese e Case Rosi. A questa si accompagnerà in questo periodo la calendarizzazione di alcuni passaggi degli addetti per l’irrorazione di prodotti adulticidi nelle aree verdi e sulle siepi in alcuni punti sensibili, tra cui scuole e parchi. Tali passaggi saranno di volta in volta preannunciati con la distribuzione di avvisi alla popolazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È importante, in ogni caso che anche i cittadini si adoperino per evitare la proliferazione. Ecco allora alcuni suggerimenti da parte degli esperti: eliminare anche le più piccole stagnazioni d’acqua, mantenere ben rasata l’erba dei giardini eliminando le sterpaglie, ricorrere laddove possibile all’uso di piccoli predatori delle larve come i pesci rossi nelle vasche esterne, utilizzare prodotti larvicidi dove non si possono evitare i ristagni e proteggere le persone più sensibili e fragili come bambini e anziani con prodotti per la prevenzione. Occorre ricordare che la puntura della zanzara tigre è potenzialmente pericolosa, dal momento che può trasmettere malattie ed essere veicolo di infezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Devasta la stazione rischiando di far deragliare un treno: arrestato 21enne tunisino

  • Incidente sull'Asolana: moto contro un'auto, muore 50enne motociclista

  • Incendio a San Prospero, vigili del fuoco a lavoro

  • Coronavirus, a Parma aumentano i casi: nove con un asintomatico

  • Ribaltone Genoa: c'è Faggiano al posto di Marroccu

  • "L'aeroporto Cargo a Parma? Un disastro ambientale annunciato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento