Calestano, soggiorno gratis nell'albergo chiuso: 6 denunce

Sei persone sono state deferite per violazione aggravata di domicilio ed invasione di edifici per essere state scoperte dai carabinieri all'interno della struttura ricettiva abbandonata che è stata sgomberata

Una vacanza in albergo a Calestano? E' gratis se la struttura ricettiva è abbandonata. Potrebbe costare molto in termini di giustizia alle sei persone trovate all'interno della struttura in provincia che non pagavano niente per usufruire dei servizi, perchè l'albergo era chiuso da tempo e non aveva altri clienti. L'iniziativa di due donne e quattro uomini, 4 dei quali residenti nel parmense, è finita con sei denunce per violazione aggravata di domicilio ed invasione di edifici. I carabinieri infatti, avvertiti da alcuni residenti, hanno fatto visita all'albergo 'occupato' ed hanno fatto uscire i clienti abusivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento