menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Hector Cuper

Hector Cuper

Emissari della camorra con i soldi nelle mutande per pagare Cuper

Secondo quanto riporta oggi la Gazzetta dello Sport, la Dda di Napoli accusa l'ex allenatore del Parma di aver preso 200mila euro in cambio di 'dritte' su due partite del campionato spagnolo

Duecentomila euro versati in Spagna da affiliati della camorra ad Hector Cuper in cambio di "dritte" sicure sui risultati di due partite del campionato iberico e di due di quello argentino, del campionato 2006-2007. E' l'accusa - secondo quanto riporta oggi la Gazzetta dello Sport - che la Dda di Napoli rivolge all'allenatore argentino, nell'ambito dell'inchiesta su clan e calcioscommesse. I soldi sarebbero stati nascosti nei calzini e nelle mutande dagli emissari dei clan, che li avrebbero consegnati all'ex tecnico di Inter e Parma.

Secondo la Gazzetta dello Sport, in possesso degli inquirenti partenopei ci sarebbe anche una registrazione effettuata in Spagna da uno dei camorristi, tornato ad affrontare Cuper accusandolo di aver dato una "sola", una fregatura: in cambio dei 200mila euro il clan aveva ottenuto indicazioni fasulle, le giocate erano andate male. Nell'ottobre scorso, quando si diffusero notizie sulla sua iscrizione nel registro degli indagati da parte della procura, Cuper - alla guida del Racing Santander - negò qualsiasi coinvolgimento, diretto o indiretto, nelle vicende del calcioscommesse italiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento