menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Campo nomadi al Cornocchio

Campo nomadi al Cornocchio

Rom, sgombero "in qualsiasi momento". Famiglie in agitazione

Ieri in Consiglio l'assessore aveva rassicurato il consigliere Volta ma oggi sottolinea che l'allontanamento potrebbe avvenire da un momento all'altro. Le alternative? "Stiamo cercando di concordarle". Ma le famiglie non sanno dove andare

Fibrillazione tra le piazzole del campo rom. Da stamattina le famiglie del campo nomadi del Cornocchio rischiano di rimanere senza casa. Stamattina hanno fatto le valigie, allarmati dagli annunci del Comune e chiedono di sapere quale sarà il loro futuro prossimo, ma al momento ciò non è dato sapere. L’assessore Rossi nonostante ieri in Consiglio comunale abbia cercato di rassicurare, dopo un’interrogazione del consigliere Volta sul tema, oggi  ha dichiarato che “non essendoci nessuna ordinanza l’allontanamento delle famiglie potrebbe avvenire in qualsiasi momento”. “Vi sono problemi di agibilità - ha spiegato – non possono rimanere lì. Stiamo cercando di concordare delle soluzioni”.

ROM, SGOMBERO IN ARRIVO?

Due le alternative: il dormitorio o gli alloggi Acer. Proposte che proprio non vanno giù agli abitanti del Cornocchio. Il dormitorio presume lo sventramento del nucleo familiare, con la separazione  tra uomini e donne e il trasferimento fuori città. Gli alloggi costerebbero circa 300 euro a famiglia con una caparra di almeno 1.000 euro, liquidità di cui i padri di famiglia del campo rom attualmente non dispongono. Un quadro desolante a cui l’assessore Rossi risponde: “E' la dimostrazione dell’indisponibilità a collaborare. Cercheranno loro allora altre soluzioni. Possono anche andare a stare dai parenti”.


In realtà una soluzione alternativa gli abitanti del campo ce l’hanno già. Ed è a pochi metri dalle piazzole. “Si potrebbe andare nelle strutture qui a fianco fatte per l’emergenza freddo, saremmo vicino alle nostre casette e sarebbe a costo zero” affermano da via del Cornocchio. L’amministrazione per ora però pare abbia di fatto ignorato questa richiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento