menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canale Naviglio tra odori nauseabondi e rifiuti, i residenti: 'Siamo stanchi'

Odori nauseanti, colori innaturali, rifiuti e zanzare. Il Canale del Naviglio in Strada Naviglio Alto viene così descritto dai residenti di zona che denunciano una situazione di degrado perpetrata negli anni, visibile anche a chi per caso passa da quelle parti...

Odori nauseanti, colori innaturali, rifiuti e zanzare. Il Canale del Naviglio in Strada Naviglio Alto viene così descritto dai residenti di zona che denunciano una situazione di degrado perpetrata negli anni, visibile anche a chi per caso passa da quelle parti.

Il signor Giovanni, da lungo tempo abitante di zona, ci parla di odori di fogna, rifiuti e perfino di nafta che d'estate ammorbano l'aria. Ma non sono solo gli odori a preoccupare: "A volte il canale si tinge di colore rosso, bianco e perfino nero" ci dice Giovanni intanto che ci porta a constatare la situazione del canale nel punto dove affaccia la sua abitazione. Rifiuti domestici e perfino un water.

"Nessuno pulisce mai il letto del canale dove si creano blocchi di legname e erba che hanno causato anche allagamenti gravi e l'acqua è arrivata fino alla strada. Quando tutto si è asciugato - spiega il residente- sono rimaste macchie nere untuose simili a benzina nel giardino di casa che a poco a poco hanno fatto ammalare i mie pini fino al punto da doverli abbattere".

Una situazione che crea sofferenza a chi sceglie di vivere in zone della città più periferiche per avere un contatto più diretto con la natura. "Vorrei che il Comune e gli Enti competenti intervenissero" conclude rammaricato il signore intanto che ci saluta, speranzoso che il suo appello possa portare ad una soluzione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento