Fognano, cane avvelenato dai bocconi nel parco 'segnalato'. E il Comune vara un'ordinanza

Solo due giorni fa abbiamo parlato del degrado e la presenza di bocconi avvelenati all'interno del parco Augusto Daolio a Fognano. Purtroppo un cane è stato avvelenato proprio in quel parco e ora il Comune corre ai ripari

Degrado e bocconi avvelenati al Parco Daolio

Solo due giorni fa abbiamo parlato del degrado e la presenza di bocconi avvelenati all'interno del parco Augusto Daolio a Fognano. Una situazione che abbiamo verificato sul posto, anche grazie alla preziosa testimonianza di alcuni padroni di cani presenti all'interno della grande area verde lasciata, del resto, in stato di abbandono da mesi. Oggi il Comune di Parma comunica che ha ricevuto una segnalazione da parte di un veterinario di un sospetto avvelenamento di un cane proprio all'interno di quel parco. Così il sindaco Pizzarotti ha deciso di firmare un'ordinanza che prevede la bonifica dell'area e la posa di alcuni cartelli di avvertimento- 

"Altro grave episodio di avvelenamento di animali- si legge in una nota del Comune di Parma- questa volta in un parco della periferia cittadina. Al Comune di Parma è pervenuta oggi la segnalazione, da parte di un veterinario, di sospetto avvelenamento di un cane (per il momento ancora in vita) nel parco Augusto Daolio, a FognanoEsche e bocconi avvelenati, oltre che essere utilizzati in modo spregevole per colpire gli animali, possono arrecare danno anche alle persone e all’ambiente, tanto più in un parco frequentato da bambini e famiglie. Per questa ragione, in applicazione di precise disposizioni di legge, il sindaco ha immediatamente firmato un’ordinanza che prevede la segnalazione del pericolo e la bonifica della zona probabile teatro del deprecabile gesto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare il Comune poserà immediatamente cartelli di avviso ai frequentatori del parco. Inoltre gli agenti della polizia Municipale saranno incaricati di perlustrare i luoghi per la eventuale bonifica dalla presenza di esche e bocconi avvelenati e di intensificare i controlli per prevenire, ed eventualmente reprimere, ulteriori episodi del genere. Infine i veterinari dell’Azienda AUSL effettueranno un sopralluogo per accertarsi che siano stati messi in atto tutti i mezzi di protezione necessari. L’ordinanza è stata ovviamente trasmessa anche alle forze dell’ordine e alla Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • "Chi non è residente deve lasciare l'abitazione": a Parma la truffa del falso avviso del Ministero dell'Interno

  • Coronavirus, Vigili del Fuoco in lutto: muore a 58 anni Giorgio Gardini

Torna su
ParmaToday è in caricamento