Balto stava morendo legato a una catena. E' stato salvato: ora cerca casa

L'appello di una volontaria: "Balto è ormai spento e apatico, invecchiato e dimagrito, merita di godersi gli ultimi anni della sua vita, assaporando il calore di una vera e responsabile famiglia!"

Pubblichiamo l'appello di una volontaria. "Dimenticato legato a una catena in una vecchia casa disabitata… stava morendo così Balto, nel modo peggiore possibile… Chissà perché gli umani a volte fanno gesti tanto insensati e crudeli. Balto allo stremo delle forze, ha avuto la fortuna di essere segnalato e salvato dai volontari.Balto è bel cagnolone di taglia media, non più giovane, dal mantello biondo oro, vaccinato, microchippato e sterilizzato. Balto è socievole e buono, con i cani maschi non va d'accordo, mentre con le femmine è molto cordiale. Ma soprattutto adora gli esseri umani e non ha perso le speranze di trovare un padrone che non lo incateni ma lo ami per sempre e gli faccia passare il resto della sua vita tra coccole e passeggiate. Vi preghiamo di pensare a lui se volete salvare un cane che ha davvero tanto sofferto! Il suo percorso ormai volge verso il tramonto... Balto è ormai spento e apatico, invecchiato e dimagrito, merita di godersi gli ultimi anni della sua vita, assaporando il calore di una vera e responsabile famiglia! Balto sogna una vera casa, dove vivere serenamente per il tempo che gli rimane. Speriamo davvero che questo sogno si avveri! Cerchiamo per lui adozioni preferibilmente al Nord. Per adozioni: ENPA Sez. Parma 3470361628 adozioni@enpaparma.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento