Lupi cecoslovacchi uccisi a fucilate: denunciato un 67enne

I carabinieri di Fontanellato hanno individuato un uomo che vive nelle vicinanze: avrebbe ammesso di aver sparato per paura

L'uomo di 67 anni che avrebbe ucciso a fucilate i due cani di Alessandro Piccinini, Moon e Shadow, i due lupi cecoslovacchi trovati morti vicino al fiume Recchio a Case Massi alle 8 di mattina del 12 febbraio, è stato denunciato alla Procura della Repubblica per il reato di uccisione di animali. I carabinieri di Fontanellato hanno portato avanti le indagini e sono arrivati ad identificare la persona che avrebbe sparato ai cani con il suo fucile calibro 12, che è stato sequestrato. La svolta delle indagini, che si aspettava da stamattina, c'è stata. I militari, dopo aver analizzato le tracce lasciate sul luogo del ritrovamento, sono risaliti all'uomo, che abita nelle vicinanze dell'abitazione da cui i cani erano scappati il giorno prima. Secondo le prime informazioni avrebbe ammesso le sue responsabilità, confessando di avere sparato ai due cani per paura. 

lupi-cecoslovacchi-cani-uccisi-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

  • Lavori sulla tangenziale Ovest di Parma: tutte le modiche alla viabilità

Torna su
ParmaToday è in caricamento