menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edilizia, un cantiere su due non è in regola. Multe per 350mila euro

I Servizi del Dipartimento sanità pubblica dell’Ausl di Parma hanno partecipato all' iniziativa congiunta di vigilanza straordinaria per il controllo della sicurezza e della regolarità del lavoro nei cantieri edili

Continuano le campagne straordinarie di controllo della sicurezza sul lavori nei cantieri edili della provincia di Parma. I Servizi del Dipartimento sanità pubblica dell’Ausl di Parma hanno infatti partecipato all' iniziativa congiunta di vigilanza straordinaria dall’11 al 16 ottobre scorso, insieme alle Ausl di Piacenza, Reggio Emilia e Modena.

Dopo la costituzione dell’Organismo Provinciale, Sezione Permanente, a questa campagna partecipano gli Enti preposti al controllo della sicurezza e della regolarità del lavoro nei cantieri edili: Direzione Provinciale del Lavoro, INAIL, INPS, ISPESL e ARPA.
Nel territorio provinciale sono stati ispezionati 70 cantieri edili (di cui ispezionati congiuntamente con altri enti 21), e 120 imprese, con 337 lavoratori impiegati totali (218 dipendenti, 119 autonomi).

Il 45.7% del totale dei cantieri ispezionati è risultato irregolare e sanzionato per il mancato rispetto di normative sulla sicurezza, tra le quali le più significative sono: cantieri con ponteggi irregolari (34.9%), cantieri con aperture non protette (21.4%) e cantieri con lavorazioni sui tetti pericolose (18.5%).
Il Servizio di prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro dell’Ausl ha consegnato 52 verbali con prescrizioni e contestato 61 violazioni, per un totale di sanzioni pari a 314.000 euro. Le prescrizioni sono state prevalentemente emanate nei confronti delle imprese esecutrici e/o affidatarie e nei confronti dei coordinatori per la sicurezza in fase di esecuzione.


Inoltre, nell’ambito della campagna straordinaria, sono state ispezionate dall’Unità Operativa Impiantistica Antinfortunistica (UOIA) dell’Ausl 15 gru a torre, di cui 8 regolari e 7 irregolari, per queste sono state comminate sanzioni per 37.400 euro. Dette gru sono attualmente già state tutte regolarizzate. L’UOIA ha anche verificato la sicurezza di 13 impianti elettrici, di cui 11 sono risultati regolari, mentre in 2 casi è stato emesso provvedimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento