menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capodanno, i parmigiani rispettano le regole: centinaia di controlli e pochissime sanzioni

Posti di blocco in città e provincia di polizia, carabinieri e guardia di finanza. Sei giovani multati a Berceto

Controlli intensificati ieri, 31 dicembre, da parte delle forze di polizia per verificare il rispetto delle norme anticontagio e quelle previste per la zona rossa. 

Il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica della provincia di Parma, presieduto dal Prefetto Antonio Lucio Garufi, ha disposto i controlli sul territorio. 

Il Questore Massimo Macera ha disposto l’impiego sul territorio della provincia di Parma di 106 pattuglie al giorno, tra personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, e di personale Militare.

IMG-20210101-WA0017-2

I pattugliamenti sono stati realizzati con presidi fissi in luoghi a rischio per la creazione di assembramento, alternati a percorsi dinamici appositamente studiati per attraversare le aree più a rischio. Nella giornata di ieri i poliziotti hanno ricevuto alcune segnalazioni relative a possibili feste all'interno di abitazioni private ma non c'è stato alcun riscontro concreto.

20210101_105211-2-2

I Carabinieri del Comando Provinciale di Parma, a partire dal primo pomeriggio del 31 dicembre e sino alle prime luci del 1 gennaio hanno messo in atto numerosi controlli lungo tutto il territorio provinciale per verificare il rispetto delle normative anticontagio. A Berceto sei giovani, che erano in auto senza mascherina e stavano guidando in modo spericolato sulla neve, sono stati sanzionati.


L'attività ha visto il coinvolgimento di 200 militari, che hanno controllato circa 180 persone e 110 veicoli. Sono stati effettuati anche numerosi controlli con etilometro: in totale sono state comminate cinque multe per infrazioni al codice della strada.

Cinque persone sono state segnalate come consumatori in Prefettira: i carabinieri hanno sequestrato varie dosi di cocaina, hashish, marijuana e crack.

Infine, anche un minore è stato denunciato alla procura per i minorenni di Bologna per possesso di armi da taglio e segnalato alla locale Prefettura per detenzione di stupefacente.

I militari sono intervenuti, poi, in tutta la provincia, per segnalazioni di schiamazzi, discussioni familiari e condominiali a seguito di abuso di alcoolici, per persone presenti in strada in violazione del coprifuoco, per utilizzo eccessivo di artifizi pirotecnici e per alcuni incidenti stradali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento