I capolavori ducali nella grappa bottega

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Alcuni dei più noti monumenti e simboli di Parma, verranno presto inseriti sotto un'ottima selezione di grappa trevigiana, sottoforma di vera e propria opera d'arte in vetro soffiato. A realizzare le preziose bottiglie, che verranno immesse sul mercato nazionale ed in circa 100 paesi nel mondo, la veneta Distilleria Bottega, già famosa nella zona del centro-nord, vista la decisione di realizzare anni orsono alcune bottiglie sempre di pregiata grappa con il marchio Alexander, con alcuni simboli legati a realtà del territorio, apprezzate ed estimate in tutto il mondo, tanto da dover essere riproposte più volte durante il corso delle stagioni. La nuova creazione, che dovrebbe trovare conferme entro breve, verrà proposta agli abitanti non solo nelle zone inerenti alla città e nei paesi limitrofi, ma anche in tutto il pianeta, dalle Fiji alla Micronesia, dal Vietnam al Giappone, questo per rilanciare sempre più le bellezze naturali italiane nel mondo. "Siamo felici di poter proporre nuove realtà all'interno dei mercati nazionali ed esteri che presentano celebri monumenti del Belpaese nel resto del globo", spiega Sandro Bottega, patron dell'azienda trevigiana, "anche perchè nell'hinterland parmense siamo molto conosciuti grazie ad una serie di iniziative che durante i mesi invernali portano colore e anche eventi di carattere enogastronomico". Bottega ha registrato un giro di affari di 10 punti percentuali in più rispetto al 2011, portando i 32,8 milioni del 2011 a 36 milioni a fine 2012. Con la collaborazione di una azienda di Prato Bottega ha dato vita ai prodotti da forno, inizialmente con tortine dl limone e al cioccolato. Amplierà la gamma con le torte al pistacchio , prodotti che sono già molto richiesti dalle catene di negozi del settore sparsi su l'hinterland della città di Parma e nazionale.Le tortine dovrebbero garantire nell'arco di 5 anni il 10% del fatturato.

Torna su
ParmaToday è in caricamento