Carcere di via Burla: il bancomat per trasferire i soldi ai detenuti è rotto da una settimana

Il bancomat interno al carcere di via Burla a Parma, che consente periodicamente ai famigliari dei detenuti di trasferire i soldi sul conto corrente interno degli stessi, è rotto da circa una settimana

Il bancomat interno al carcere di via Burla a Parma, che consente periodicamente ai famigliari dei detenuti di trasferire i soldi sul conto corrente interno degli stessi è rotto da circa una settimana. La segnalazione ci è arrivata da alcuni famigliari che, periodicamente, si recano presso il carcere di via Burla a Parma per trasferire i soldi destinati ai parenti che si trovano all'interno del carcere per acquistare generi alimentari e non che non sono compresi nel vitto del carcere.

In questi giorni di grande caldo, i soldi servono per comprare l'acqua e i generi di prima necessità dallo 'spesino' all'interno del carcere. I soldi sono necessari anche per comprare le bombole per il fornelletto a gas e tutti i beni essenziali. "In assenza di questo bancomat siamo costretti a fare un vaglia postale: in questo modo si allungano i tempi e i soldi che oggi trasferiamo con il vaglia arriveranno tra alcuni giorni"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Esce di strada in via Emilia sotto la pioggia a dirotto: gravissimo al Maggiore

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

  • Scatta l'obbligo di gomme da neve sulle strade provinciali

Torna su
ParmaToday è in caricamento