Carcere, il direttore mette in campo alcune misure contro il caldo

L'apertura delle porte blindate delle celle, detti blindi, per tutta la giornate e la notte, la possibilità di potere fare la doccia anche nelle ore notturne e l'inserimento di piccoli ventilatori nella lista delle spesa che i detenuti possono a proprie spese acquistare

"A seguito del comunicato del Garante dei diritti dei detenuti del Comune di Parma -si legge in una nota- relativo alla Emergenza caldo e alla tutela della salute dei detenuti la Direzione del carcere, anche in coordinamento con il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, ha attivato misure finalizzate a lenire gli effetti della eccezionale ondata di calore di questa estate 2015.

L'apertura delle porte blindate delle celle, detti blindi, per tutta la giornate e la notte, la possibilità di potere fare la doccia anche nelle ore notturne e l'inserimento di piccoli ventilatori nella lista delle spesa che i detenuti possono a proprie spese acquistare sono le prime misure messe in campo dal Direttore, dr. Carlo Berdini. L'AUSL di Parma ha effettuato una verifica sulla adeguatezza delle condizioni di vita nelle sezioni AS1 e AS3 del carcere dopo la richiesta congiunta della Garante regionale e del Garante del Comune di Parma. Dalla verifica è emerso in modo chiaro che negli spazi detentivi insistono temperature elevate (sono state registrate temperature di oltre 34°C in un cortile per i passeggi in una giornata non di massimo calore) che impongono la massima attenzione per la tutela della salute dei detenuti anziani e di quelli portatori di patologie complesse e gravi.

Si prende atto inoltre della riduzione dei posti di reclusione per le sezioni di Alta sicurezza nella quali sulle 25 celle presenti per sezioni 5 sono state trasformate in celle singole con l'eliminazione del letto a castello a due posti. Si rappresenta pertanto soddisfazione per questi significativi primi passi necessari per il raggiungmento di standard di detenzione rispettosi delle norme e del Regolamento sulle misure privative della libertà personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

Torna su
ParmaToday è in caricamento