La denuncia del Sinappe: "Poliziotti nel carcere di Parma senza climatizzatori nè acqua"

Il sindacato: "Il personale, che in servizio opera in veri e propri loculi incandescenti, una volta terminato l'orario di lavoro, si trova spesso nell'impossibilità di poter fare una doccia rigenerante"

"I poliziotti penitenziari del Carcere di Parma - si legge in una nota del Sinappe- operano da tempo in condizioni di grave difficoltà e disagio per la cronica carenza d'organico dovuta anche ai trasferimenti temporanei verso altri Penitenziari e/o la Scuola di Formazione presso la Certosa di Parma e la modifica delle modalità custodiali dei detenuti che hanno portato ad una totale rivisitazione delle procedure operative, modificate senza un minimo confronto con le Organizzazioni sindacali, ne alcuna formazione e/o aggiornamento professionale dei poliziotti impiegati all'interno delle sezioni detentive. A ciò si è aggiunto, dall'inizio dell'estate, il guasto degli impianti di climatizzazione installati nei box agenti (gli uffici presenti nei reparti detentivi, privi di ogni altro sistema di areazione essendo mancante di finestra) e la continua assenza di acqua calda negli alloggi della Caserma Agenti, ove dimora parte del personale di polizia penitenziaria, dietro pagamento di un canone mensile di affitto. Quindi il personale, che in servizio opera in veri e propri loculi incandescenti, una volta terminato l'orario di lavoro, si trova spesso nell'impossibilità di poter fare una doccia rigenerante perché, quando va bene, dalle condutture dell'acqua degli alloggi di servizio corre solo acqua fredda, anche se spesso si presenta di un intenso color ruggine (quella calda è diventata da 15 giorni a questa parte un vero e proprio miraggio). Questa Organizzazione Sindacale. sta denunciando da tempo tale indegna situazione chiedendo che sia trovata un'adeguata soluzione ai problemi sopra evidenziati, senza avere avuto, al momento, alcuna risposta dall'Amministrazione". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento