menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carceri, trasporto dei detenuti: mezzi fermi per 'mancanza di fondi'

Il segretario generale aggiunto del Sappe lancia l'allarme per l'istituto di via Burla e quelli dell'Emilia-Romagna: a Parma un Fiat Iveco è inutilizzabile da 3 settimane, niente soldi per le riparazioni

Nemmeno i soldi per riparare gli automezzi, utilizzati per il trasporto dei detenuti. E' questa, nelle parole di Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, la situazione del parco mezzi della Polizia Penitenziaria in Emilia-Romgna. A Parma, in particolare, è fermo un Fiat Iveco da tre settimane. Si trova in officina ma non ci sono i soldi per le riparazioni.

"Mancanza di fondi per riparare gli automezzi". Così anche a Bologna dove sono fermi 8 mezzi sui 18 disponibili. "Un altro autobus, utilizzato durante lo sfollamento effettuato a seguito del terremoto, è fermo perchè si è bloccato a causa di un guasto, proprio durante il trasporto dei detenuti". La situazione non è migliore negli altri istituti della regione. Sarebbe quindi opportuno un adeguato stanziamento di risorse, al fine di consentire la riparazione dei mezzi, ovvero di poter ritirare quelli già riparati che si trovano in officina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento