Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Cortile San Martino / Strada Burla

Carceri, via Burla: 68 episodi di autolesionismo e 14 tentati suicidi

Un'indagine condotta dalla Uil Penitenziari su tutto il territorio nazionale ha evidenziato una situazione critica per vari aspetti, da gennaio a dicembre a Parma è stato registrato il 26,3% di sovraffolamento

Protesta degli agenti penitenziari

La Uil Penitenziari ha condotto un'indagine sullo stato delle carceri nel nostro Paese, rilevando dti statistici relativi al sovraffollamento e agli eventi critici verificatosi all'interno degli istituti penitenziari, dai suicidi agli atti di autolesionismo, dalle aggressioni alle proteste. Per quanto riguarda il carcere di via Burla a Parma i dati parlano di un costante sovraffollamento poichè al 6 dicembre le presenze erano 427 a fronte di una capienza prevista di 338 persone: l'indice di affollamento è del 26,3 %.

Secondo i dati forniti dal sindacato dal 1° gennaio dentro al penitenziario di massima sicurezza c'è stato un suicidio e 14 tentati suicidi mentre  sono stati 68 gli atti di autolesionismo, 2 le aggressioni ai danni degli agenti penitenziari con 14 persone ferite. Gli scioperi della fame sono stati 80. Il primato in Regione è mantenuto da Bologna con 130 iniziative di protesta dei detenuti. L'indagine è stata condotta a livello nazionale ed ha evidenziato situazioni critiche.

"La prepotente urgenza -ha dichiarato Eugenio Sarno, Segretario Generale della Uil Penitenziari- alla necessità di offrire risposte al dramma penitenziario, cui più volte ha fatto richiamo il Presidente della Repubblica, trova piena conferma e sostanziale ragione nell’analisi dei numeri. Per questo auspichiamo che il governo Monti collochi nella propria agenda alla voce “priorità” la questione penitenziaria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carceri, via Burla: 68 episodi di autolesionismo e 14 tentati suicidi

ParmaToday è in caricamento