menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carlo Frateschi chiede 60 mila euro. Il Comune si oppone

L'ex direttore generale del Comune, licenziato dopo l'inchiesta Green Money 2 aveva chieso un risarcimento di 5 milioni di euro. Gli avvocati tornano alla carica: il 10 gennaio hanno chiesto i soldi entro 10 giorni

Carlo Frateschi, ex direttore generale del Comune di Parma, licenziato dopo le vicende legate all'inchiesta Green Money 2 che coinvolse alcuni dirigenti dell'amministrazione comunale, nel 2011 fece causa al Comune chiedendo 5 milioni di euro a titolo di risarcimento per l'esclusione. Frateschi era stato allontanato, su richiesta di Parma Civica e del Pdl perchè giudicato non in grado di controllare i settori e i dirigenti della macchina comunale coinvolti nello scandalo.


Il 10 gennaio 2013 gli avvocati di Frateschi, tornato alla carica con una nuova richiesta di risarcimento, intimando al Comune di Parma di pagare entro 10 giorni più di 60 mila euro all'ex direttore generale. Il Comune di Parma ha deciso di opporsi alla richiesta davanti al Tribunale di Parma. Con la delibera di giunta 47 dell'11 gennaio 2013 viene affidato l'incarico per la difesa all'avvocato Paolo Foschini, già incaricato dal commissario Ciclosi di difendere il Comune nella vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento