rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca Oltretorrente / Strada Matteo Renato Imbriani

Cartello contro l'inciviltà dei padroni di cani in Oltretorrente

Da un lettore l'immagine di un cartello contro la mancata pulizia di deiezioni canine: "Portami altrove per i miei bisogni". Purtroppo questa pratica è molto frequente nel quartiere

Arriva da un lettore l'immagine di un cartello affisso in via Imbriani nei pressi di un'attività. "Portami altrove per i miei bisogni", il monito ironico che riporta in evidenza la questione degrado in Oltretorrente, dove da tempo molti abitanti lamentano l'inciviltà di chi utilizza anfratti del quartiere come toilette a cielo aperto o non si occupa di rimuovere le deiezioni del proprio animale. Una pratica non nuova quella di affiggere cartelli del genere in Oltretorrente, dopo il tabaccaio di via Bixio, anche in piazzale Inzani e in via Imbriani si è arrivati a questo genere di misure.

Secondo quanto previsto dal Regolamento per la tutela del benessere degli animali, all'articolo 22, "I proprietari o detentori a qualsiasi titolo di animali, fatta eccezione per i conduttori di cane-guida per non vedenti, hanno l'obbligo di impedire che gli stessi sporchino con deiezioni il suolo pubblico, ed in particolare i portici, i marciapiedi, gli attraversamenti pedonali, gli accessi a civiche abitazioni, gli spazi e le aree dei pubblici giardini e gli spazi prospicienti, nonché le aree attrezzate per i cani. Coloro che conducono i cani su suolo pubblico devono essere muniti di attrezzature idonee e necessarie all'immediata raccolta delle deiezioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartello contro l'inciviltà dei padroni di cani in Oltretorrente

ParmaToday è in caricamento